Secondo L’ Istat cresce la fiducia degli italiani, prima degli attentati di Bruxelles

L’Istat compie periodicamente indagini per fotografare i vari aspetti della vita sociale, politica ed economica dell’Italia. Nella prima metà di marzo l’indagine si è focalizzata sugli aspetti economici degli italiani per capire la tendenza rispetto ai consumi, quindi prevedere l’andamento dell’inflazione e della ripresa economica. Da questa indagine è emerso che gli italiani sembrano avere una cauta fiducia nel miglioramento dell’economia, impegnando un po’ più di risorse economiche per gli acquisti. L’aumento è di un risicato 0,5 punti, passando dal precedente 114,5 a 115.

Diverso è il dato dell’industria che vede in calo la fiducia nella ripresa, con l’eccezione del settore manifatturiero che è in progresso. Tutti questi dati sono riferiti a circa 15 giorni fa, antecedentemente agli attentati di Bruxelles e nessuno sa ancora quanto questi abbiano inciso sui dati appena rilevati, quello che è certo è che in qualche misura avranno influito.

Di sicuro però, anche se si confermassero i dati rilevati, siamo in una situazione tale che è come se avessimo una macchina bloccata e, riuscendo a farla avanzare di qualche passo, ci illudessimo che funziona.

(Visite Totali 17 ---- Visite Oggi 1 )

LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.