Elisabetta Canalis: L’ex velina per la prima volta in Sardegna dopola morte del papà

By | 11/05/2017
(Visite Totali 137 ---- Visite Oggi 1 )

L’amore della mamma, l’affetto dei compaesani, i colori e i sapori della sua terra. Ma anche la sofferenza di tornare dove suo padre non c’è più. Elisabetta Canalis, dopo aver trascorso anche la Pasqua con il marito Brian Ferri e la figlia Skyler Èva a Los Angeles, nei giorni scorsi è volata in Italia. Era molto che non la si vedeva in Sardegna, impegnata com’è nella sua nuova vita americana lontana dai riflettori e fatta di attività “quasi” comuni.

Prima fra tutte, lo spazio multifunzionale, con una divisione di fisioterapia per la riabilitazione post operatoria e una palestra esclusiva, che ha creato con l’ex collega e arnica del cuore Maddalena Corvaglia.

Ad Alghero, ha potuto riabbracciare l’adorata mamma Bruna («da piccola ero una mammona»), riassaporare le prelibatezze sarde, fare lunghe passeggiate al tramonto sul lungomare. Attimi di gioia sicuramente turbati dalla forte nostalgia per l’assenza del laciniato papà Cesare, scomparso a Los Angeles lo scorso 22 gennaio dopo un malore improvviso.
Meno di un mese fa si era confidata con Oggi: «Era un papà fantastico. Un grande lavoratore. È stato colpito da ictus mentre era a Los Angeles per le festività natalizie, prima della nostra partenza,

insieme, per una vacanza alle Bahamas.

È rimasto un mese in rianimazione, dove andavo lutti i giorni. Di fronte a fatti del genere, pensi che le cose non succedano per caso: lui è venuto a trovarmi e mi ha dato la possibilità di stargli vicino fino all’ultimo». Per fortuna accanto a lei a sostenerla c’era e c’è il marito Brian Ferri, sposato nel 2014, e a strapparle qualche sorriso «tigretta» (così Elisabetta ha soprannomi- nato la figlia di due anni). Il 1° maggio, nella sua città, Alghero, l’ex velina è stata impegnata come malina all’inaugurazione della Coppa del mondo di tennis Bnp Paribas, l’equi- valente della Coppa Davis per atleti in sedia a rotelle, un evento sostenuto dalla Fondazione Cruyff. Racconta a Oggi Elisabetta: «Skyler Èva non è abituata a vedermi su un palco, ad ascoltare la mia voce amplificata da un microfono. Faceva di tutto per salirci anche lei su quel palco. Brian ha dovuto faticare molto per tenerla tranquilla. Bella vacanza, peccato che sia durata solo una settimana».

(Visite Totali 137 ---- Visite Oggi 1 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *