Scatta un selfìe sui binari muore investito dal treno

By | 09/03/2017
(Visite Totali 7 ---- Visite Oggi 1 )

SOVERATO Un ragazzo di 13 anni è morto ieri sera a Soverato, nel catanzarese, mentre era in compagnia di due coetanei, investito da un treno che voleva mettere come sfondo di un selfie. Il ragazzo, che viveva a Petrizzi, è morto sul colpo, mentre i due amici della vittima sono rimasti illesi. Li hanno trovati a distanza di qualche ora i carabinieri. Dopo avere visto l’amico morire, sono fuggiti temendo le conseguenze del folle comportamento.

Quando i militari li hanno trovati, hanno sussurrato qualche frase sconnessa per giustificarsi per quanto era accaduto. Ma la loro espressione denotava tristezza e rimorso per ciò che avevano combinato. Teatro della tragedia il ponte a Soverato prospiciente l’area sulla quale un tempo sorgeva il campeggio Le Giare, dove nel settembre del 2000, a causa di un alluvione, morirono 13 persone.

I tre tredicenni, tutti di Petrizzi, un centro dell’entroterra poco distante, stavano giocando nei pressi dei binari. Quando avvertono il rumore di un treno in arrivo, nella mente di uno dei tre scatta l’idea assurda: perché non scattarsi un selfie con lo sfondo del treno in velocità che sta per passare, cercando di stare, tra l’altro, il più possibile vicini ai binari? L’idea, malgrado l’assurdità, piace. E così i tre ragazzi si collocano sui binari e si posizionano in modo tale da fare vedere, nell’autoscatto, il convoglio in arrivo a forte velocità. Ma uno dei tre non fa in tempo a lasciare i binari e viene investito in pieno dal convoglio. Sotto choc il macchinista.