Bimbi intossicati, c’è la causa

La tossinfezione alimentare che ha colpito in questi giorni 136 bambini e tre adulti di diverse scuole dell’infanzia ed elementari di Pescara “non è di natura virale, ma è dovuta a un patogeno batterico, il Campylobacter Jejuni, responsabile di gastroenteriti molto diffuse soprattutto nei Paesi del Nord Europa e nei Paesi dell’Est”. Lo comunica l’Asl di Pescara a seguito di indagini operate nell’Unità di Microbiologia e Virologia del presidio pescarese sui campioni pervenuti al laboratorio. “Risultano ancora ricoverati 11 bambini ma c’è una riduzione del focolaio di gastroenterite”, precisa l’azienda sanitaria.

Il Campylobacter Jejuni, spiega, è un patogeno associato a malattie del pollame e può provocare gastroenteriti nell’uomo se la carne viene consumata cruda o non ben cotta. “Nel corso di queste 4 giornate, dal 1 giugno ad oggi – ricorda l’Asl – hanno fatto ricorso alle cure nosocomiali 136 bambini e tre adulti, tutti appartenenti a una collettività scolastica ben individuata, sulla quale i servizi di Igiene degli alimenti del Dipartimento di prevenzione, in collaborazione con il comando Nas di Pescara, hanno operato già dal 2 giugno provvedendo alla raccolta delle matrici alimentari somministrate nella mensa dei plessi scolastici interessati, al fine di inviare i reperti ai servizi di analisi dell’Istituto zooprofilattico di Teramo per le opportune indagini sugli alimenti”.

(Visite Totali 21 ---- Visite Oggi 1 )

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.