Alternanza scuola-lavoro, esperienze di fundraising in un liceo di Roma

By | 20/03/2017
(Visite Totali 10 ---- Visite Oggi 1 )

Dopo le denunce degli studenti meridionali, anche dal resto d’Italia arrivano testimonianze di disservizi. A questi, poi, vanno aggiunti problemi seri con i fondi pubblici messi a disposizione per il progetto: sono insufficienti e così non tutti gli istituti riescono a garantire rimborsi spesa per i viaggi o per i costi medici degli stage dei ragazzi. Che, sempre più spesso, sono costretti a vivere esperienze controproducenti.

Un’esperienza positiva di alternanza scuola/lavoro tra il Liceo classico statale Vivona di Roma  e la Scuola Fund-raising.it. Partito un anno fa, nel marzo del 2016, e rivolto ai ragazzi del 3°anno, il progetto è stato uno dei primi ad inserire il fundraising tra le tematiche “lavorative”. L’obiettivo è stato quello di far diventare la biblioteca scolastica un Bibliopoint, ossia una biblioteca aperta a tutta la cittadinanza, inserita nella rete delle Biblioteche di Roma, tramite la sottoscrizione di una Bibliocard.

Per questo è stato organizzato un evento di raccolta fondi che promuovesse il Bibliopoint e raccogliesse quante più sottoscrizioni di BiblioCard. Parte del ricavato, andrà al Liceo Vivona che li utilizzerà per finanziare progetti legati alla promozione della lettura e attività culturali. Il Liceo F. Vivona è diventato la 15a biblioteca scolastica ed è andata ad aggiungersi alle 37 biblioteche comunali di Roma.