Fuoriuscita petrolio a Genova, revocato stato d’emergenza

By | 25/04/2016
(Visite Totali 4 ---- Visite Oggi 1 )

La Capitaneria di porto ha revocato lo stato d’emergenza in Liguria scattato dopo l’incidente di otto giorni fa e che ha provocato l’esplosione di condotti petroliferi nel torrente Polcevera. Per giorni si è temuto il peggio, così come sabato scorso quando, dopo le prime piogge, una diga ha ceduto e il petrolio si è riversato in mare.

A quanto pare, però, il cedimento della diga artificiale è stato solo di 24 cm, e la quantità di petrolio che avrebbe ulteriormente raggiunto il mare sarebbe stata una quantità ridottissima. Tanto che, come si legge nel comunicato ufficiale della Capitaneria “persiste solo una scia al largo della spiaggia di Varazze“. Lo stato d’emergenza è stato quindi revocato e comincia la vera opera di bonifica nel rio Pianego e nel torrente Fegino dove dovranno essere estratti più di 500 metri cubi di terra e ghiaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *