Caso Fortuna, si aprono tre nuove indagini

By | 02/05/2016
(Visite Totali 6 ---- Visite Oggi 1 )

Giorno dopo giorno il caso della morte della piccola Fortuna Loffredo, morta a 6 anni dopo una caduta dal quinto piano di una palazzina, è sempre più complesso e delicato. Dopo l’arresto di Raimondo Caputo, presunto omicida e presunto pedofilo, sono state aperte altre tre inchieste strettamente connesse al caso.

La prima riguarda lo stesso Caputo, aggredito da compagni di cella nel carcere di Poggioreale nonostante si trovasse in una zona “sex offenders” riservata a chi compie reati di natura sessuale. C’è poi un ulteriore fascicolo che punta a scovare una presunta rete di pedofili: un’ipotesi corroborata dal fatto che Caputo è stato troppo “protetto” o anche solo dalla troppa omertà in quel particolare contesto a Caivano. La terza e ultima indagine riguarderà Antonio Giglio, l’altro bambino morto in circostanze analoghe un anno prima e per il quale è stata chiesta la riesumazione del cadavere per verificare eventuali abusi sessuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *