Migranti, a Ventimiglia è scontro aperto col governo: sindaco si autosospende dal PD!

By | 26/05/2016
(Visite Totali 6 ---- Visite Oggi 1 )

Sale la tensione anche dal punto di vista politico nella gestione dell’emergenza migranti. Oggi è giunta una clamorosa decisione, che comunque ha valore più che altro simbolico da parte del sindaco di Ventimiglia. Enrico Iaculano, assieme a tutti gli 11 consiglieri comunali, ha comunicato di essersi auto-sospeso dal Partito Democratico, in segno di protesta verso ormai l’atavica assenza del governo nell’ultima città italiana prima del confine con la Francia.

Iaculano, che lamenta anche la totale inutilità del piano Alfano (presentato dal Ministro dell’Interno qualche settimana fa), si riferisce soprattutto alla chiusura del centro di accoglienza che era ormai divenuto un punto di riferimento per tutti gli immigrati che intendevano poi spostarsi in Francia meridionale. Ad oggi queste persone vivono per strada, senza alcuna assistenza e dando vita ad enormi accampamenti a cielo aperti con problemi conseguenti facili da immaginare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *