Il senatore D’Anna: “Togliete la scorta a Saviano, nessuno vuole ucciderlo”

By | 26/05/2016
(Visite Totali 14 ---- Visite Oggi 1 )

Hanno scatenato un vero putiferio le dichiarazioni del senatore Vincenzo D’Anna, esponente di Ala, che si è scagliato duramente contro Roberto Saviano: “Fosse per me gli toglierei la scorta, quella devono averla chi realmente combatte mafia e camorra, come i magistrati. L’unico che lo ha minacciato è stato l’avvocato Santonastaso, visto che i boss che lui diceva fossero i mandanti in realtà sono stati prosciolti da quell’accusa”.

D’Anna, nella trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora”, ha poi rincarato la dose: “Nessuno vuole ucciderlo, a chi vuole che interessi uno che ha scritto e si è arricchito con un libro, peraltro per metà copiato?”. La replica dello scrittore è arrivata tramite Facebook, con un post altrettanto duro in cui si scaglia anche contro la direzione Pd e che vi proponiamo in basso.

Il senatore D’Anna, dannoso scherano di Verdini, renziano e cosentiniano insieme, impone a me di rinunciare alla scorta. A me che non vedo l’ora di tornare libero. Cosa debbo pensare: ha forse progetti per il mio futuro? Un “grazie” va anche a Radio Rai e al servizio pubblico che hanno consentito la diffusione delle solite porcherie.
E poi, sarebbe questa la comunicazione del PD? Sono questi gli alleati di Renzi a Roma e di Valeria Valente a Napoli? Sono queste le nuove risorse campane? Buona fortuna. E Vergogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *