Nuoro shock, gioielliere legato e imbavagliato muore soffocato durante un tentativo di rapina

By | 08/02/2017
(Visite Totali 33 ---- Visite Oggi 1 )

Una vera tragedia quella avvenuta a Sorgono in provincia di Nuoro in Sardegna, dove un uomo di 63 anni è stato ritrovato morto all’interno della sua abitazione.La vittima si chiamava Giuseppe Manca ed era un gioielliere di 63 anni il quale secondo quanto è emerso pare sia stato ucciso in seguito ad un tentativo di rapina; il gioielliere viveva da solo e pare sia stato ritrovato privo di vita nella sua abitazione, imbavagliato e legato ad una sedia.Secondo una prima ricostruzione, sembra che l’uomo sia morto nella giornata di lunedì o al massimo nella mattinata di ieri, mentre il corpo dell’uomo è stato rinvenuto nel pomeriggio di ieri. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, al momento l’ipotesi che circola è quella di un tentativo di rapina finita in tragedia ma non è ancora chiaro che l’anziano signore che vive da solo e proprietario di una gioielleria a Sorgono, sia stato ucciso o sia morto per un malore.

Al momento, dunque, è impossibile dare una spiegazione a quanto accaduto e nello specifico è impossibile dire se l’uomo sia morto per cause naturali o meno, bisognerà attendere le prossime ore, anche se al momento sembra essere certo il fatto che sul suo corpo non è stato riscontrato alcun segno di violenza o traccia di sangue e questo farebbe presupporre che l’uomo non è stato maltrattato o picchiato ed avvalora la tesi di morte naturale. A trovare l’uomo senza vita sono stati i vigili del fuoco intervenuti dopo la segnalazione di alcuni parenti e vicini che da giorni non lo avevano visto ed avevano tentato di contattarlo anche telefonicamente senza avere alcuna risposta. Sotto shock la famiglia, così come gli amici ed i parenti dell’uomo che mai e poi mai avrebbero pensato che potesse accadere qualcosa de genere all’anziano signore.

Sul luogo del ritrovamento del cadavere sono subito interventi i carabinieri, i sanitari del 118, i vigili del fuoco, il magistrato di turno della Procura e gli specialisti del Ris di Cagliari; le indagini sono subito partite dopo il ritrovamento del cadavere ed i carabinieri hanno fatto il possibile per ispezionare l’abitazione ed hanno svolto tutti i controlli possibili per cercare di cogliere ogni minimo particolare che possa far luce su quanto accaduto in quell’abitazione. A distanza di alcune ore, tra le ipotesi più probabili vi è quella di omicidio per conto di ladri che forse impreparati hanno agito in maniera piuttosto aggressiva. Una delle ipotesi è che l’uomo non sia stato ucciso deliberatamente ma che sia soffocato a causa del bavaglio che gli impediva anche di chiedere aiuto; l’abitazione della vittima si trova proprio davanti il negozio, una storia gioielleria che si trova in corso IV novembre.