Sassuolo-Bologna Streaming Link Gratis Rojadirecta Diretta Live TV

By | 12/03/2017
(Visite Totali 6 ---- Visite Oggi 1 )

Sassuolo-Bologna Streaming Gratis Rojadirecta: le probabili formazioni, statistiche del derby dell’Emilia, info su diretta tv live e dichiarazioni

Serie A, Sassuolo-Bologna streaming gratis. Sono uscite pochi minuti fa le formazioni ufficiali del derby emiliano, lunch match della 28.a giornata del massimo campionato italiano. Da segnalare intanto che Donadoni ha recuperato pienamente Destro: il centravanti felsineo sarà di nuovo al centro dell’attacco rossoblù, coadiuvato ai lati da Verdi e Di Francesco Jr, che sfiderà dunque suo padre, tecnico dei neroverdi. Quest’ultimi si presentano tra le mura amiche con uno schieramento ormai consolidato, e soprattutto con Matri al centro dell’attacco: Defrel infatti non ce l’ha fatta a recuperare. L’attaccante ex Juventus sarà accompagnato da Berardi e Politano (che ha smaltito i suoi fastidi fisici in settimana e ha vinto il ballottaggio con Ragusa). Nella formazione di casa confermato anche il centrocampo a tre, mentre in difesa si rivede dal primo minuto Cannavaro a fare coppia centrale insieme ad Acerbi. Nel Bologna Donadoni schiera la formazione migliore, lasciando però in panchina Donsah: il giocatore non ha ancora i 90 minuti nelle gambe e per il momento il tecnico bergamasco gli ha preferito Di Francesco. Si inizia fra meno di un’ora, ecco gli schieramenti ufficiali delle due squadre.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Pellegrini, Aquilani, Duncan; Berardi, Matri, Politano. All. Di Francesco

BOLOGNA (4-3-3), da confermare: Mirante; Torosidis, Maietta, Oikonomou, Masina; Dzemaili, Pulgar, Taider; Verdi, Destro, Di Francesco. All. Donadoni

Sassuolo-Bologna streaming: dove vedere gratis diretta tv live Rojadirecta

Domani alle ore 15 si affrontano nel derby dell’Emilia due squadre che in questo campionato hanno avuto un andamento molto simile: discontinuo e costellato da alti e bassi che non hanno prodotto conseguenze spiacevoli solo perchè le ultime tre in classifica vanno a ritmi lentissimi. Da un lato i neroverdi, che nel corso della stagione hanno salutato l’Europa League ai gironi, hanno disputato una prima parte di stagione da incubo per poi riprendersi piano piano nel girone di ritorno. Dall’altro i felsinei, che nelle ultime sei uscite hanno raggrannellato un solo punto. Di Francesco e Donadoni dunque non possono essere soddisfatti e vogliono almeno dare una gioia ai propri tifosi vincendo una partita che può essere davvero importante per il morale in vista delle dieci partite che mancheranno alla fine del campionato. Nessuna delle due compagini rischia di venire risucchiata in zona retrocessione, perciò potremmo vedere un match aperto e giocato senza troppe remore. Vediamo dunque i possibili schieramenti decisi dai due allenatori e dove vedere Sassuolo-Bologna in streaming gratis Rojadirecta e diretta tv live.

Sassuolo-Bologna streaming gratis Rojadirecta: lo schieramento scelto da Di Francesco

QUI SASSUOLO – Niente da fare per Defrel, che in settimana ha lavorato a parte e non sarà neppure convocato. Insieme a lui rimarranno a casa anche Antei e Ricci. Recuperato invece Cannavaro per la difesa, che dovrebbe affiancare Acerbi. A centrocampo riecco Pellegrini, con ogni probabilità sarà Missiroli ad accomodarsi in panchina. Davanti ballottaggio Politano-Ragusa, con il primo favorito per completare il tridente insieme a Berardi e Matri. Mister Di Francesco ha parlato in conferenza stampa pochi minuti fa, ecco le sue parole: “Desideriamo tornare alla vittoria in casa, anche se abbiamo fatto buone prestazioni.  Defrel e Sensi non ci saranno perchè infortunati. Cannavaro ha recuperato dopo la febbre, ma vediamo chi gioca in difesa. Defrel è mancato tante volte e abbiamo fatto punti, è forte ed importante, ma chi l’ha sostituito ha fatto bene. La prestazione di Crotone non mi è piaciuta sotto ogni punto di vista, i ragazzi lo sanno. Nel calcio c’è la fortuna di potersi rifare subito”.

Sassuolo-Bologna streaming gratis Rojadirecta: lo schieramento scelto da Donadoni

QUI BOLOGNA – Mister Donadoni spera di recuperare Destro: le probabilità che il centravanti felsineo scenda in campo dall’inizio sono alte, le sue condizioni verranno monitorate giorno dopo giorno. A fianco a lui Verdi e Di Francesco Jr, mentre a centrocampo non è sicuro del posto Nagy: scalpita infatti per tornare tra i titolari Donsah. In difesa rientra Torosidis, mentre rimangono ai box Mbaye, Rizzo e Gastaldello. Ecco le parole del tecnico bergamasco nella consueta conferenza stampa della vigilia: “Quando applichi un modello tattico diverso dal solito è normale che qualcosa non funzioni al meglio. Per fare qualcosa di nuovo c’è bisogno di lavorare di più ma è tutto più facile quando sei in un momento positivo. Domani dovremo darci dentro cattivi e convinti contro un avversario come il Sassuolo che è alla nostra portata. Scenderemo in campo senza timori reverenziali come quelli che possono esserci contro Napoli o Inter. Dovremo toglierci dalla testa le ragnatele di dover dimostrare qualcosa a qualcuno: limare undici piccoli dettagli vuol dire crescere tutti insieme“. Sullo sciopero dei tifosi, che diserteranno in massa il Mapei Stadium, risponde così: “Dobbiamo rispettare tutti ed ognuno e libero di prendere la posizione che ritiene più opportuna. Ovviamente li vorremmo sempre non noi, il fatto che non partecipino ad una trasferta comoda ci fa ancor più dispiacere e dovrà generare una reazione d’orgoglio per riportarli allo stadio nella prossima gara. La vittoria contro il Torino del 22 gennaio deve essere un modello da seguire per noi a livello di mentalità e atteggiamento. Se abbiamo fatto bene in passato possiamo farlo di nuovo anche in futuro. Destro ha fatto una settimana positiva, determinata e vogliosa con un atteggiamento anche sopra le righe che mi piace. Di Francesco sta bene e l’ho visto fisicamente pronto. Questa settimana faccio davvero fatica a tenere fuori qualcuno se non per problemi fisici. Gastaldello non si è mai allenato quindi non ci sarà“.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Pellegrini, Aquilani, Duncan; Berardi, Matri, Politano. All. Di Francesco

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis, Maietta, Oikonomou, Masina; Dzemaili, Viviani, Nagy; Verdi, Destro, Krejci. All. Donadoni

Sassuolo-Bologna streaming gratis Rojadirecta: statistiche del derby dell’Emilia

Analizziamo insieme le statistiche e i numeri forniti da OPTA. Due vittorie del Sassuolo, due pareggi e un successo del Bologna nei cinque precedenti in Serie A tra queste due squadre. L’unica vittoria rossoblù, però, è arrivata proprio nell’ultimo incontro al Mapei Stadium del gennaio 2016: successo per 2-0 con reti di Giaccherini e Floccari. Il Sassuolo ha perso le ultime tre gare casalinghe di Serie A e non arriva a quattro KO interni consecutivi dal marzo 2014, in quella che era la sua prima stagione nel massimo campionato. È dalla prima stagione in A (18 punti) che il Sassuolo non raccoglieva così pochi punti nelle prime 27 giornate: sono addirittura 10 in meno rispetto al 2015/16. Non vive un momento migliore il Bologna, che ha raccolto solo due punti nelle ultime sette gare di campionato e che non vince in trasferta da metà gennaio (a Crotone). Nelle ultime 22 gare esterne di Serie A solo una volta il Bologna ha segnato più di un gol: nel 3-0 a Pescara di questo campionato. Solo il Pescara (due) ha segnato meno gol di testa di Bologna e Sassuolo (tre ciascuna) in questo campionato. Solo il Pescara (13) ha subito più gol di Sassuolo (10) e Bologna (otto) nel primo quarto d’ora di gioco in questa Serie A. Blerim Dzemaili è andato a segno in entrambe le partite giocate contro il Sassuolo al Mapei Stadium, con le maglie di Genoa e Napoli. Nove gare di campionato consecutive senza segnare per Domenico Berardi, che tra Serie B e Serie A non è mai rimasto 10 gare di fila di campionato senza fare gol.

Sassuolo-Bologna streaming gratis Rojadirecta: dove vedere diretta tv

Vediamo dove poter seguire la partita attraverso lo streaming su pc, tablet e smartphone: sono tante le offerte disponibili, alcune veramente molto interessanti. Andiamo a vederle nel dettaglio.

La gara delle 12.30, valida per la 28.a giornata di Serie A, sarà trasmessa da Sky Calcio 1 e Premium Sport (servizio accessibile solo agli abbonati): entrambe le reti danno inoltre la possibilità di godersi la partita su smartphone e tablet attraverso i servizi Sky Go e Premium Play.

Ottima anche l’alternativa offerta da Now Tv, per chi non è abbonato Sky: con 9,90 € si può acquistare la singola partita. Non dimentichiamo i vari siti ed emittenti straniere che hanno acquisiti i diritti alla trasmissione radiotelevisiva del match di domenica. Tra queste annoveriamo: América Televisión, Panama con TVMax, Romania con Pro TV, Nicaragua con Canal 4, Repubblica Ceca con CT, Portogallo con RTP, Paesi Bassi con SBS, Norvegia con MTG, Paraguay con SNT, Porto Rico con Fox.

Ricordiamo inoltre che Rojadirecta, sito attraverso cui si potevano vedere le partite gratis, è stato dichiarato illegale ed è vietato l’utilizzo di questo genere di piattaforme: lo scorso 27 ottobre infatti il fondatore dell’emittente, Igor Seoane Miñan, è stato arrestato. Gli agenti gli hanno messo le manette ai polsi in un tribunale di La Coruna, in Spagna.

Doppia bocciatura per le Linee Guida presentate dalla Lega Serie A per la vendita dei diritti tv 2018-21. L’Antitrust le ha bocciate. L’Agcom invece ha chiesto di apportare alcune modifiche. L’authority garante per la concorrenza e il mercato censura l’eccessiva “genericità dei criteri di formazione dei pacchetti”. Una mancanza di dettagli che, secondo l’Antitrust, rende “impossibile esprimere alcuna valutazione di conformità” alla Legge Melandri. Nella motivazione della decisione si paventa “un’eccessiva discrezionalità” da parte della Lega Serie A. “Ne consegue – aggiunge l’Antitrust – che non è possibile stabilire, o escludere, se le regole di assegnazione siano in grado di impedire la costituzione di pacchetti commercialmente sproporzionati tra di loro. Tale sproporzione può astrattamente comportare una differenziazione tale da non permettere una efficace concorrenza nel mercato della pay-tv”.

Inevitabile avvertire in questa stroncatura l’eco della convulsa asta dei diritti tv 2015-18 che ha continuato a produrre effetti fino a poche settimane fa. A dicembre il Tar della Lazio ha annullato le multe comminate dall’Antitrust a Lega, Infront, Mediaset e Sky per la controversa procedura di sub-licenza del pacchetto D. L’authority è stata criticata per non essersi attivata nell’estate 2014 al momento dell’assegnazione dei diritti dopo giorni particolarmente infuocati.
Più in generale Antitrust e Agcom non sono entusiasti all’idea di esprimere pareri preventivi con mesi di anticipo rispetto al successivo atteggiarsi del mercato in questo settore. Un compito anomalo per commissari abituati a intervenire ex post su dinamiche economiche che si sono già verificate.

Il pericolo di dare il via libera a una dinamica “al buio”, senza conoscere il destino dei protagonisti, è accresciuto dalla situazione di Premium, al centro come tutta la galassia Mediaset della querelle con Vivendi. Non a caso Infront – ieri l’advisor ha espresso “sorpresa” sostenendo che queste linee guida sono “più precise e stringenti delle precedenti” – aveva ipotizzato un rinvio della vendita dei diritti domestici, con conseguente anticipo della cessione degli internazionali, proprio per attendere la definizione di questa battaglia fondamentale per capire come potrà presentarsi ai nastri di partenza il principale concorrente di Sky, meno entusiasta di uno slittamento. In una fase di totale incertezza il rallentamento, determinato da questa bocciatura, può essere funzionale a una pausa di riflessione.

Commenta la Notizia

commenti