Fiorentina-Cagliari Streaming Link Gratis dove vedere Diretta Live Tv Rojadirecta

By | 12/03/2017
(Visite Totali 2 ---- Visite Oggi 1 )

Fiorentina-Cagliari Streaming Gratis Rojadirecta: le probabili formazioni, statistiche del match, info su diretta tv live e dichiarazioni

Serie A, Fiorentina-Cagliari streaming gratis. Pochi minuti fa sono uscite le formazioni ufficiali con cui gigliati e sardi si affronteranno nel match del Franchi. Qualche sorpresa soprattutto per quanto riguarda i padroni di casa: Sousa infatti lascia in panchina Ilicic e Olivera, preferendo a loro Saponara e Tello. Ma soprattutto i tifosi viola possono gioire per la presenza dal primo minuto di Bernardeschi, che pare abbia recuperato pienamente dall’infortunio che lo ha tenuto fuori per un paio di settimane. Gli ospiti invece si presentano a Firenze con la formazione ipotizzata alla vigilia: nessuna sorpresa da parte di Rastelli, a parte la panchina di Tachtsidis in favore di Ionita. Sarà Joao Pedro ad accompagnare l’unica punta Borriello. Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Chiesa; Vecino, Borja Valero, Tello; Bernardeschi, Saponara; Kalinic. Cagliari (4-4-1-1): Rafael; Isla, Pisacane, Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Dessena, Barella; J. Pedro; Borriello.

Fiorentina-Cagliari streaming gratis Rojadirecta: le ultime dal Franchi

Probabilmente l’ultima chiamata per provare a prendere il treno Europa League per i gigliati, che in questa stagione hanno deluso le aspettative. La squadra di Sousa è uscita clamorosamente dall’Europa League, non è più in Coppa Italia e in questo momento occupa l’ottava piazza in campionato, a otto punti dal Milan. I vertici societari non possono essere contenti e i tifosi ovviamente sono delusi, anche perchè il futuro – al di là dello stadio – non si riesce ancora a decifrare: quali saranno i reali obiettivi dei Della Valle? Non è dato sapersi, ma in ogni caso sono molte alte le probabilità che il tecnico portoghese a fine stagione cambi aria. Detto questo, al Franchi arriva il Cagliari di Rastelli, una delle formazione più pazze di questo campionato. Gioco offensivo si, ma molte volte quando non c’è la disponibilità di tutti in fase di ripiegamento si rischia l’imbarcata pesante (vedi Napoli, vedi Inter). Di sicuro i sardi non hanno grosse preoccupazione di classifica, e potrebbero presentarsi a Firenze con la spensieratezza giusta per poter affrontare una gara sulla carta difficile. Andiamo ad analizzare i possibili schieramenti decisi dai due allenatori e soprattutto dove vedere Fiorentina-Cagliari in streaming gratis diretta live tv Rojadirecta.

Fiorentina-Cagliari streaming gratis Rojadirecta: lo schieramento scelto da Sousa

QUI FIORENTINA – Tanti dubbi per mister Sousa, che solo all’ultimo saprà se potrà schierare Bernardeschi. Il talento viola si è ristabilito dall’infortunio alla caviglia, ma non ha ancora i 90 minuti delle gambe. Dovrebbe invece rientrare tra i titolari Saponara, che ha scontato il turno di squalifica. Se dovesse giocare l’ex Empoli, fuori Ilicic. Reclama spazio dall’inizio anche Tello. Sentiamo le parole dell’allenatore lusitano in conferenza stampa: “Lavoriamo sempre per vincere le partite, ci crediamo e dobbiamo essere determinati. Il Cagliari è una squadra che sa cambiare spesso la propria strategia. C’è la possibilità di vedere i nostri talenti tutti insieme. Abbiamo già usato tre trequartisti, ma con altri interpreti. Bernardeschi? Ogni società ha il suo metodo. A mio modo di vedere, mettere una clausola ti indirizza verso la cessione“.

Fiorentina-Cagliari streaming gratis Rojadirecta: lo schieramento scelto da Rastelli

QUI CAGLIARI – Mister Rastelli ha l’imbarazzo della scelta in vista del match del Franchi, con anche Farias completamente recuperato. Il tecnico dovrebbe però affidarsi ad un modulo più prudente questa volta, con Borriello unica punta sostenuto da Joao Pedro. Linea mediana composta da Di Gennaro in regia, con Tachtsidis avvantaggiato su Dessena. Ecco le parole dell’allenatore dei sardi in conferenza stampa: “La Fiorentina ha tantissima qualità, serve massima concentrazione. A volte però spegne la luce, dovremo approfittarne. Gabriel non si discute, ma devo fare delle valutazioni. Avrà un turno di riposo per ricaricare le pile, domani gioca Rafael in porta. Modulo? Sarà 4-4-1-1. Si è fermato Deiola per un affaticamento, ma ho convocato Faragò. Ibarbo ha chiesto di andare a giocare, non potevo garantirgli il posto da titolare. Il mio compito è di allenare chi ho a disposizione. Voglio ripartire di slancio, non voglio che con il secondo tempo giocato contro l’Inter venga rovinato il lavoro di due mesi. Rimangono 11 partite e le voglio vincere tutte”

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Chiesa, Vecino, Borja Valero, Olivera; Saponara, Bernardeschi; Kalinic. All. Sousa

CAGLIARI (4-4-1-1): Rafael; Isla, Bruno Alves, Pisacane, Murru; Padoin, Di Gennaro, Ionita, Barella; Joao Pedro; Borriello. All. Rastelli

Fiorentina-Cagliari streaming gratis Rojadirecta: statistiche del match

Analizziamo statistiche e numeri fornite da OPTA per inquadrare al meglio il match di oggi. Sono 71 i precedenti in Serie A tra Cagliari e Fiorentina: 30 successi toscani, 20 sardi e 21 pareggi. A Firenze, però, la Viola ha battuto il Cagliari solo una volta nelle ultime quattro sfide di A giocate (2N, 1P). La gara di andata è stata l’unica della gestione Sousa in Serie A in cui la Fiorentina ha segnato almeno cinque gol. Quattro delle 10 partite in questo campionato in cui una squadra ha subito almeno cinque gol hanno visto protagonista il Cagliari: Torino, Napoli, Inter e appunto Fiorentina. Era dal 1997/98 (Lecce e Napoli) che una squadra non subiva almeno 57 gol nelle prime 27 giornate di Serie A: nessuna delle ultime sei squadre che hanno incassato così tante reti nei primi 27 turni si è salvata. Solo una vittoria nelle ultime cinque giornate per la Fiorentina (2N, 2P), che era dal 2011/12 (quando chiuse 13ª) che non conquistava così pochi punti nelle prime 27 giornate. Sfida tra la squadra che segna di più da fuori area (Fiorentina, 13 gol) e quella che ha subito di più da fuori (Cagliari, 12 inclusi due nella gara di andata) in questa Serie A. L’ultima delle due triplette in Serie A di Nikola Kalinic è arrivata nella gara di andata: il croato ha messo a segno quattro reti nelle ultime sei presenze in campionato. L’unica volta che ha giocato in A al Franchi contro la Fiorentina, Diego Farias ha segnato un gol e fornito due assist: in nessuna partita nel massimo campionato ha partecipato a più reti che in quell’occasione. Federico Bernardeschi è l’unico giocatore nato dopo l’1/1/1994 ad aver partecipato ad almeno 12 gol in questo campionato (per lui 14 partecipazioni, con 10 gol e 4 assist).

Napoli-Crotone streaming gratis Rojadirecta: dove vedere diretta tv

Vediamo dove poter seguire la partita attraverso lo streaming su pc, tablet e smartphone: sono tante le offerte disponibili, alcune veramente molto interessanti. Andiamo a vederle nel dettaglio.

La gara delle 15, valida per la 28.a giornata di Serie A, sarà trasmessa da Sky Calcio 1 e Premium Sport (servizio accessibile solo agli abbonati): entrambe le reti danno inoltre la possibilità di godersi la partita su smartphone e tablet attraverso i servizi Sky Go e Premium Play.

Ottima anche l’alternativa offerta da Now Tv, per chi non è abbonato Sky: con 9,90 € si può acquistare la singola partita. Non dimentichiamo i vari siti ed emittenti straniere che hanno acquisiti i diritti alla trasmissione radiotelevisiva del match di domenica. Tra queste annoveriamo: América Televisión, Panama con TVMax, Romania con Pro TV, Nicaragua con Canal 4, Repubblica Ceca con CT, Portogallo con RTP, Paesi Bassi con SBS, Norvegia con MTG, Paraguay con SNT, Porto Rico con Fox.

Ricordiamo inoltre che Rojadirecta, sito attraverso cui si potevano vedere le partite gratis, è stato dichiarato illegale ed è vietato l’utilizzo di questo genere di piattaforme: lo scorso 27 ottobre infatti il fondatore dell’emittente, Igor Seoane Miñan, è stato arrestato. Gli agenti gli hanno messo le manette ai polsi in un tribunale di La Coruna, in Spagna.

Doppia bocciatura per le Linee Guida presentate dalla Lega Serie A per la vendita dei diritti tv 2018-21. L’Antitrust le ha bocciate. L’Agcom invece ha chiesto di apportare alcune modifiche. L’authority garante per la concorrenza e il mercato censura l’eccessiva “genericità dei criteri di formazione dei pacchetti”. Una mancanza di dettagli che, secondo l’Antitrust, rende “impossibile esprimere alcuna valutazione di conformità” alla Legge Melandri. Nella motivazione della decisione si paventa “un’eccessiva discrezionalità” da parte della Lega Serie A. “Ne consegue – aggiunge l’Antitrust – che non è possibile stabilire, o escludere, se le regole di assegnazione siano in grado di impedire la costituzione di pacchetti commercialmente sproporzionati tra di loro. Tale sproporzione può astrattamente comportare una differenziazione tale da non permettere una efficace concorrenza nel mercato della pay-tv”.

Inevitabile avvertire in questa stroncatura l’eco della convulsa asta dei diritti tv 2015-18 che ha continuato a produrre effetti fino a poche settimane fa. A dicembre il Tar della Lazio ha annullato le multe comminate dall’Antitrust a Lega, Infront, Mediaset e Sky per la controversa procedura di sub-licenza del pacchetto D. L’authority è stata criticata per non essersi attivata nell’estate 2014 al momento dell’assegnazione dei diritti dopo giorni particolarmente infuocati.
Più in generale Antitrust e Agcom non sono entusiasti all’idea di esprimere pareri preventivi con mesi di anticipo rispetto al successivo atteggiarsi del mercato in questo settore. Un compito anomalo per commissari abituati a intervenire ex post su dinamiche economiche che si sono già verificate.

Il pericolo di dare il via libera a una dinamica “al buio”, senza conoscere il destino dei protagonisti, è accresciuto dalla situazione di Premium, al centro come tutta la galassia Mediaset della querelle con Vivendi. Non a caso Infront – ieri l’advisor ha espresso “sorpresa” sostenendo che queste linee guida sono “più precise e stringenti delle precedenti” – aveva ipotizzato un rinvio della vendita dei diritti domestici, con conseguente anticipo della cessione degli internazionali, proprio per attendere la definizione di questa battaglia fondamentale per capire come potrà presentarsi ai nastri di partenza il principale concorrente di Sky, meno entusiasta di uno slittamento. In una fase di totale incertezza il rallentamento, determinato da questa bocciatura, può essere funzionale a una pausa di riflessione.