Diabete, possibile cura con la dieta mima-digiuno

By | 28/02/2017
(Visite Totali 4 ---- Visite Oggi 1 )

La dieta mima digiuno, ideata da Valter Longo, direttore del Longevity Institute della USC e del Laboratorio di Longevità e Cancro all’Istituto IFOM di Milano, potrebbe rivelarsi efficace anche nella cura del diabete. In tal senso così ha spiegatoLongo: “Abbiamo dimostrato che alternare ciclicamente la dieta mima digiuno e un’alimentazione normale ha essenzialmente riprogrammato le cellule che non producono insulina in cellule che la producono”.

Longo ha usato due diversi modelli di diabete per studiare gli effetti della dieta: in un caso i topolini avevano una mutazione genetica che provoca resistenza all’insulina e perdita della secrezione dell’ormone (quindi un modello di diabete di tipo 2), nell’altro erano stati trattati con una sostanza chimica in grado di uccidere le beta-cellule (un modello per il diabete di tipo 1).

La dieta mima-digiuno è caratterizzata da alcuni giorni al mese di alimentazione con poche calorie e cibi ben selezionati (ad esempio pochi zuccheri, pochi grassi saturi, poche proteine) mentre per il resto del tempo si può seguire un’alimentazione normalissima. Gli stessi effetti sono stati ottenuti in provetta su cellule di pancreas umano.

L’esperimento, ripetuto su cellule pancreatiche umane di pazienti diabetici, in vitro, avrebbe ottenuto i medesimi risultati che, pertanto, dichiara Longo: “giustificano uno studio più grande sull’utilizzo della DMD per il trattamento di pazienti affetti da diabete“.