Radiato il primo medico che dice no ai vaccini

By | 23/04/2017
(Visite Totali 2 ---- Visite Oggi 1 )

Dopo le tante polemiche sui vaccini arrivano i primi provvedimenti contro i medici che sostengono la loro inutilità. “In mancanza della motivazione che ritarda rispetto alla divulgata notizia sulla sanzione della radiazione, la difesa del dottor Gava nota che la radiazione è conforme alle attese fin dalle primissime fasi del procedimento, perché già allora il presidente dell’Ordine Luigino Guarini ha comunicato a più persone che il procedimento contro Gava sarebbe stato un ‘processo a Galileo Galileì’, il quale com’è noto è stato ingiustamente e pesantemente condannato, come ora capita al dottor Gava“, continuano i legali, annunciando il ricorso alla Commissione centrale esercenti professioni sanitarie.

Un dato su tutti: complicanze da vaccini, sottolineano gli epidemiologi, si registrano in 1 caso su 1 milione, mentre complicanze serie da morbillo come meningite o polmonite si rilevano in 1 caso su 10mila. “Grazie a Ordine medici Treviso per aver radiato primo medico per il suo comportamento non etico e antiscientifico nei confronti dei vaccini“, ha scritto su twitter il numero uno dell’Iss.

Gli avvocati attaccano quindi: “La condanna, e la massima sanzione, si rivelano ridicole in quanto sono frutto di altrettanto massima ignoranza e mancanza di rispetto per i diritti individuali”. La decisione arriva lo stesso giorno in cui il Consiglio di Stato ha negato l’istanza di sospensiva chiesta da due famiglie di Trieste contro il Comune, che a novembre ha introdotto l’obbligatorietà della vaccinazione per l’inserimento nelle graduatorie dei nidi e delle scuole d’infanzia. “Ma sono così massimamente idonee a favorire interessi estranei a quelli della Giustizia, come quelli legati al mercato dei vaccini, o quelli legati agli illegittimi incentivi dati ai pediatri con denaro pubblico affinché somministrino i vaccini“, affermano. Non conferma né smentisce la sanzione inflitta, ma si limita a replicare ad alcune considerazioni espresse per conto del sanitario, che parla di sentenza già scritta e clima da caccia alle streghe.

Il Faro on line – Nel luglio 2016 l’annuncio della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo): i camici bianchi che sconsigliano le vaccinazioniinfrangono il codice deontologico e vanno incontro a procedimenti disciplinari che possono arrivare alla radiazione. Gli avvocati di Gava, però, sono di ben altro avviso. “Non posso commentare – dice – c’è il segreto istruttorio”.

Commenta la Notizia

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *