Conte assolto nel processo calcioscommesse, il pm chiedeva 6 mesi di reclusione

By | 16/05/2016
(Visite Totali 3 ---- Visite Oggi 1 )

Il ct della nazionale, Antonio Conte, è stato assolto dal gup di Cremona nell’ambito del processo per calcioscommesse. L’ex allenatore della Juventus si è dovuto difendere dall’accusa di frode sportiva; i fatti si riferivano a una presunta combine risalente ad Albinoleffe-Siena, partita del campionato di Serie B, nel 2011. 

Conte è stato assolto perché “non ha commesso il fatto”: in pratica, contrariamente a quanto affermava il procuratore Roberto Di Martino, il tecnico non ha mai dato un assenso alla combine a cui faceva riferimento il pm. Che, per inciso, aveva chiesto una condanna pari a 6 mesi di reclusione. L’immagine del ct ne esce ovviamente rafforzata: l’Italia può ora concentrarsi su Euro 2016, al cui termine Conte lascerà il Belpaese per sbarcare in Premier League, alla guida del Chelsea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *