Il ct della nazionale, Antonio Conte, è stato assolto dal gup di Cremona nell’ambito del processo per calcioscommesse. L’ex allenatore della Juventus si è dovuto difendere dall’accusa di frode sportiva; i fatti si riferivano a una presunta combine risalente ad Albinoleffe-Siena, partita del campionato di Serie B, nel 2011. 

Conte è stato assolto perché “non ha commesso il fatto”: in pratica, contrariamente a quanto affermava il procuratore Roberto Di Martino, il tecnico non ha mai dato un assenso alla combine a cui faceva riferimento il pm. Che, per inciso, aveva chiesto una condanna pari a 6 mesi di reclusione. L’immagine del ct ne esce ovviamente rafforzata: l’Italia può ora concentrarsi su Euro 2016, al cui termine Conte lascerà il Belpaese per sbarcare in Premier League, alla guida del Chelsea.

(Visite Totali 21 ---- Visite Oggi 1 )

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.