Roma, Spallanzani: quattro casi di meningite in 48 ore

By | 09/02/2017
(Visite Totali 14 ---- Visite Oggi 1 )

I due casi segnalati di meningite non sono i primi a verificarsi nella Regione Lazio: lo scorso mese di dicembre un’insegnante romana era deceduta presso il Policlinico Gemelli, dopo aver contratto la malattia scatenata dal batterio Escherichia coli. Le condizioni di salute della ragazza sono però presto peggiorate, al punto di consigliarne il trasferimento presso l’Ospedale L. Spallanzani di Roma, dove la ragazza è attualmente ricoverata nel reparto di rianimazione e dove “è stata confermata la diagnosi di meningite“.

E’ ricoverato in “condizioni molto critiche” nel reparto di rianimazione dell’ospedale Spallanzani di Roma l’uomo di 51 anni trasferito ieri da Albano Laziale per meningite.

Due casi di meningite verificati in questi giorni vicino Roma, nel territorio di competenza della Asl 6: uno ad Anzio e l’altro ad Albano.Il primo caso è quello di una giovane donna di 21 anni, residente nel comune di Anzio. Nonostante il caso sia sotto attenta osservazione, sempre dalla Asl comunicano che non si è resa necessaria “nessuna profilassi antibiotica per i contatti stretti del caso, trattandosi di una forma batterica sostenuta dal Pneumococco Pneumioniae, così come previsto dai protocolli e le specifiche linee guida nazionali”. “Per estrema cautela, il servizio osserverà nei confronti dei contatti stretti la sorveglianza sanitaria attiva”.

La ragazza ventunenne di Anzio si sarebbe presentata all’ospedale della sua città accusando una serie di disturbi e febbre altra.