Nuovo Dpcm, vertice tra Governo ed enti locali: le Regioni chiedono di limitare gli spostamenti degli over 70

0
281
Speranza e Boccia con Conte

Vertice tra Governo ed enti locali in vista del prossimo Dpcm anti Covid.

Da un parte i ministri Boccia e Speranza, dall’altra rappresentanti di Regioni, Comuni e Province.

Secondo quanto riportato da Ansa, che ha scritto di questo incontro, le Regioni avrebbero chiesto misure uniformi per tutta Italia.

Le parti si aggiorneranno nuovamente a partire da domani mattina alle 9.

Secondo quanto riportato, il ministro della Salute Speranza avrebbe dichiarato: “In queste 48 ore costruiamo insieme il Dpcm su due orizzonti: misure nazionali e misure territoriali. Sul primo punto è vigente l’ultimo Dpcm, possiamo anche alzare l’asticella nazionale su alcuni punti condivisi e su alcuni territori alziamo i livelli di intervento”.

Il ministro Boccia ha inoltre agiunto: “Il documento dell’Istituto superiore di sanità (Iss) e il sistema di monitoraggio che abbiamo condiviso con scienziati e Regioni ha una serie di ipotesi che devono scattare automaticamente. Se un Rt supera un certo livello, ed oggi ci sono 11 Regioni oltre 1,5 e 2 regioni oltre 2, allora alcune misure già previste dal piano che abbiamo condiviso e aggiornato insieme devono scattare in automatico”.

Per quanto riguarda le scuole, il ministro degli Affari regionali ha sottolineato come “non si deve prendere una decisione univoca ma deve dipendere dal grado di Rt in ogni regione”.

Quindi, sul fronte dello spostamento tra Regioni, Boccia avrebbe detto agli enti locali presenti alla riunione:

“Il governo nazionale è al vostro fianco per eventuali ulteriori restrizioni condivise a partire dalla mobilità regionale e possiamo decidere di adottare ulteriori misure, ma ogni presidente di regione può intervenire in base alle esigenze e criticità del proprio territorio”.

Ma nel caso di chiusure, il Governo ci sarà e sarà pronto a dare il suo sostegno: “Le regioni che singolarmente chiudono alcune attività o riducono gli orari in base all’attuazione del piano condiviso sull’andamento epidemiologico devono sapere che saremo al loro fianco con ogni forma di sostegno”.

Le Regioni dal canto loro punterebbero a limitare gli spostamenti degli over 70 per cercare di ridurre la diffusione del coronavirus.

In tal senso sarebbero da (ri)leggere le parole del Governato della Ligura Giovanni Toti che tanto hanno fatto discutere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here