Problemi d’allergia? La soluzione potrebbe essere tra le lenzuola

0
498
allergia sesso

Sono molte le persone che soffrono di allergia e non riescono a godersi la bella stagione. La cosiddetta “febbre da fieno” colpisce molte persone, indifferentemente dall’età e dal sesso. Eppure, ci sarebbe un modo molto particolare per curare le forme allergiche e permetterebbe di godere della bella stagione e… non solo.

Quel rimedio “piccante”…

Ecco il metodo per prevenire e curare le allergie che non ti saresti mai aspettato.

Nel 2019, alcuni scienziati iraniani hanno stabilito una strana corrispondenza tra il sistema riproduttore e i dotti nasali. L’attività sessuale, da quanto emerso dagli studi, permette ai vasi sanguigni di dilatarsi.

LEGGI ANCHE => Maneskin, nuove gravi accuse contro il gruppo vincitore di Eurovision

E sebbene non sia una novità che certi vasi sanguigni (durante il sesso) si dilatino, la conseguenza più importante di ciò è la pulizia approfondita di naso e occhi che ne deriva.

In poche parole, i vasi sanguigni dilatati permettono un ricambio di mucosa più rapido, alleviando così i sintomi più tipici dell’allergia.

Addio allora naso chiuso, occhi gonfi e prurito alle palpebre: apparentemente si potrebbe curare tutto sotto le coperte!

I risultati dello studio

I risultati dello studio non sono stati ancora provati scientificamente, ma le conclusioni sono state pubblicate su Medical Hypotheses, un magazine scientifico affidabile e attendibile nel settore medico.

In ogni caso, lo studio sembrerebbe concentrarsi più sull’eiaculazione che sull’orgasmo femminile, quindi i sintomi sarebbero alleviati più per gli uomini che per le donne.

Un dottore del team di scienziati che ha condotto la ricerca, Sina Zarrintan, ha dichiarato: “Può essere fatto di tanto in tanto per alleviare le congestioni nasali“. Per poi aggiungere (con un tocco di cinismo che toglie la magia a quello che dovrebbe esser – in fondo – un atto d’amore): “È una buona idea pianificare i rapporti sessuali in base ai sintomi provati”.

Un altro scienziato della stessa Università, Mohammed Amin Abolghassemi Fakhre, ha inoltre aggiunto: “Ci sono alcuni limiti nell’uso dell’eiaculazione come una cura delle congestioni nasali, come il fatto che non è applicabile fuori casa (a meno che non si voglia rischiare di fare atti osceni in luogo pubblico, ndr) oppure il fatto di non avere un partner sessuale”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here