Cuneo, madre e figlio muoiono nella loro panetteria per una perdita di gas

0
446
Panetteria Manuello, morti mamma e figlio

C’è chi la domenica riposa, soprattutto se la sera si disputa per l’Italia una partita così importante come la finale degli europei, ma per Bruno Manuello, 47 anni domani, ed Ernesta Boglio, 79 anni, non è stato così. Come ogni mattina, madre e figlio, conosciuto anche per il suo impegno di volontariato alla Croce Rossa di Mondovì, si sono alzati per andare a lavorare alla panetteria Manuello, negozio pure di generi alimentari avviato dal marito e padre dei due e deceduto qualche anno fa, ma ieri un forno a gas per loro è stato fatale.

Sono morti consumati, molto probabilmente, dalla continua, ma impercettibile, esalazione di monossido di carbonio fuoriuscita da un forno malfunzionante del loro laboratorio, mentre finivano di preparare il pane per i 497 abitanti di Torre Mondovi, paesino collinare nel cuneese quasi al confine con la Liguria. Il gas li ha storditi poco alla volta, senza poter dare loro il tempo di chiamare i soccorsi; quando questi sono arrivati era già troppo tardi. Ernesta giaceva su una sedia già senza vita, Bruno, esanime a terra invece, ha provato a resistere fino alla fine con tutte le sue forze, ma tutti i tentativi di rianimazione da parte del 118 sono stati inutili, anche lui è morto poco dopo.

È stata proprio la figlia di Ernesta, che aiutava entrambi alla panetteria, a dare l’allarme una volta viste le saracinesche del negozio ancora stranamente abbassate alle 08:30, non riuscendo ad alzarle, ha chiamato carabinieri e vigili del fuoco che non hanno potuto fare altro se non constatare la tragedia di Bruno ed Ernesta. I locali erano pieni di fumo e proprio per questo gli inquirenti hanno ricollegato la causa del decesso ad un malfunzionamento dei forni, ma le indagini sono solo all’inizio, servirà qualche altro giorno per confermare con precisione le dinamiche dell’incidente.

Le parole del sindaco

Sul posto è giunto anche il primo cittadino di Torre Mondovì, Gianrenzo Tavarello, per mostrare tutta la sua vicinanza alla famiglia delle vittime che da tanti anni ormai sfornavano pane e garantivano i beni essenziali agli abitanti del piccolo paesino. “«È questa una tragedia terribile per tutto il nostro paese. Manuello è la panetteria storica di Torre Mondovì, portata avanti da due generazioni. L’ intera comunità è profondamente addolorata per la morte dei due titolari, nostri concittadini. Noi ci stringiamo ai familiari in questo momento terribile. Il monossido di carbonio, purtroppo, è qualcosa che, in pochissimo tempo, non dà scampo».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here