“Mio figlio ha il seno e produce latte”: l’incredibile vicenda di un neonato

0
296
kylan

Kylan Sherrill è un bambino che sta lasciando di stucco tutto il mondo, dopo le testimonianze della sua mamma Vanessa Moran. Il bambino, infatti, è affetto da una rara patologia che lo porta a produrre e secernere il latte.

La strana patologia di Kylan

Si definisce “galattorrea”, la rara malattia di cui è affetto Kylan Sherrill. Già da quando aveva pochissime settimane di vita, aveva cominciato a produrre il latte, lasciando senza parole la mamma, che non sapeva spiegarsi il motivo di un fenomeno tanto strano.

Le parole della mamma Vanessa

“Mi sono accorta immediatamente che non aveva i capezzoli”, ha dichiarato la mamma. “Anzi, era come se fossero invertiti e poi a poco a poco mentre cresceva, il tessuto intorno ai capezzoli cominciava a diventare sempre più spesso”.

LEGGI ANCHE => Leggenda del rock viola la quarantena per vedere l’Inghilterra: ecco cosa rischia

“Ho pensato che qualcosa non andava e mi sono preoccupata che potesse essere qualche tipo di infezione o addirittura qualcosa di più serio”, ha detto ancora la mamma. “Lui piangeva in continuazione, quindi ho pensato che forse stava provando un grande dolore. Sapevo che avrei avuto un maschietto durante la gravidanza e lui è nato con organi maschili, ma quando ho visto il seno diventare sempre più grande, ho pensato che forse è nato sia con organi maschili che femminili”.

Una condizione rara

E invece, il pediatra ha subito spiegato a Vanessa che non era così. La galattorrea affligge i bambini appena nati e poi scompare da sola nel giro di qualche mese. Secondo i dati statistici, è una patologia che colpisce solo il 2 per cento dei neonati e sembrerebbe essere causata dall’alto livello di estrogeni presenti nel corpo materno durante la gravidanza.

E infatti: “Quando Kylan ha compiuto un mese e mezzo, il suo seno ha cominciato finalmente a restringersi e il latte non si è più visto. Mi sono sentita davvero sollevata e contenta nel vedere che mio figlio è sano e sta bene“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here