La vocazione, il reality, la transizione e oggi il lutto: ricordate questa ex gieffina?

0
276
Grande Fratello Rebecca De Pasquale

Dai voti religiosi passando per la partecipazione al GF e alla transizione, per l’ex gieffina arriva una notizia terribile, ma la forza non sembra mancare dopo un vissuto così complesso

Grave lutto per Rebecca De Pasquale, che proprio nelle ultime ore ha purtroppo perso la sua cara madre.
L’ex gieffina dell’edizione 14 ha voluto condividere con i suoi follower la perdita, dando così un ultimo saluto al genitore e spiegando quali sono state le cause della scomparsa.

Da quanto si apprende, la madre della De Pasquale è stata colpita da un’ulcera fulminante che l’ha portata al decesso nel giro di pochissimo tempo.
Dopo la condivisione del messaggio su Instagram in tantissimi si sono riversati sotto il post per esprimere la vicinanza all’ex gieffina e le condoglianze perla perdita della persona più importante nella vita di tutti, la mamma.

Lutto-rebecca-grande-fratello

Da Don Mauro a Rebecca, la storia dell’ex concorrente GF che si è ripresa in mano la sua vita

Una storia forte, quella di Rebecca, che ha lottato con tutte le sue forze per ottenere la libertà di essere chi voleva.
L’ex gieffina, infatti, prima di essere una donna è stata Don Mauro, all’anagrafe Sabatino.

rebecca-de-pasquale-grande-fratello-don-mauro

La vocazione religiosa l’ha raggiunta durante l’adolescenza, ricoprendo prima il ruolo di novizio e poi di monaco all’interno del monastero benedettino di Montecassino.
Aveva 16 anni quando decise di aderire all’ordine dei frati Cappuccini, in particolare il 13 gennaio del 1996, giorno in cui si celebra Sant’Antonio da Padova.

Ma c’era in lei qualcosa di più forte della sua vocazione, e a 21 anni ha preso la dura decisione di abbandonare i voti. Con coraggio ha così deciso di fare coming out nel 2002, dichiarando non solo di essere omosessuale ma anche transgender.

LEGGI ANCHE => Qual è la differenza fra “coming out” e “outing”: facciamo chiarezza

Dalla fede all’impegno per il DDL Zan

Nonostante la sua identità di genere l’abbia portata a fare una scelta drastica come quella dell’abbandono ai voti per poter intraprendere l’agognato percorso di transizione, Rebecca non ha mai abbandonato la sua fede, come ha evidenziato più volte in diversi salotti televisivi.

LEGGI ANCHE => DDL Zan, dopo il suo coming out arriva il sostegno della senatrice forzista

A Live – Non è la D’Urso ha infatti dichiarato:Sono nato Sabatino, ho pensato di voler vivere da don Mauro, ho capito di essere semplicemente Rebecca”Durante quella puntata della trasmissione l’ex gieffina si è raccontata con coraggio davanti a tutti, ripercorrendo la sua forte esperienza di vita durante la quale ha confessato di aver avuto una storia d’amore clandestina con un altro novizio.

Rebecca De Pasquale Barbara D'Urso

Proprio per il suo vissuto la De Pasquale negli ultimi tempi è attiva in prima persona per l’approvazione del DDL Zan, impegnandosi sia sul campo che mediaticamente per sensibilizzare sulla necessità di una norma che possa, in qualche modo, arginare gli episodi di omofobia e transfobia.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here