Chiesa e unioni civili per coppie gay: dopo il Papa un’altra autorità si esprime a favore

0
333
intervista papa francesco

Dopo il Papa, le cui parole però sono state in seguito ridimensionate, un altro ecclesiastico di alto rango s’è espresso a favore delle unioni civili per le coppie gay.

LEGGI ANCHE => Apertura del Papa alle unioni omosessuali? Il vaticano smentisce tutto tramite una nota

Si tratta del cardinale Carlos Aguiar, arcivescovo di Città del Messico, che ha parlato in merito al tema a Reuters.

Papa Francesco – durante un documentario intitolato ‘Francesco’ – aveva sottolineato come “le persone omosessuali hanno il diritto di stare in una famiglia, sono figli di dio”: “quello che dobbiamo avere è una legge sulle unioni civili, in questo modo sono legalmente coperte”.

E il cardinale Aguiar, che è l’esponente di rango più alto della chiesa cattolica in terra messicana (Messico che è il secondo paese cattolico più grande al mondo dopo il Brasile con circa l’80% dei suoi quasi 130 milioni di abitanti che si dichiarano cristiani), ha dichiarato dal canto suo:

“Sono completamente d’accordo”.

Aggiungendo quindi, in merito al fatto che i genitori possono rifiutare i loro figli, se gay: “Non può succedere. Semplicemente non può succedere”. “Se decidono per libera scelta di stare con un’altra persona, di essere in una coppia, questa è libertà“.

Al netto di questa presa di posizione, Aguiar ha sempre abbracciato le crociate meno progressiste della chiesa, come quella contro il diritto all’aborto o contro i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

In questa occasione, però, s’è mostrato d’accordo con Papa Francesco – le cui parole non hanno avuto un riscontro nella produzione dottrinale.

Da sottolineare infine le parole di Aguiar in merito alla necessità di combattere la povertà e la disuguaglianza in Messico e nella regione circostante.

“L’America Latina è la parte del mondo con più disuguaglianze e molti di noi qui sono cattolici! Che tipo di testimonianza è questa?”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here