Un ritorno atteso 20 anni: “Chico Forti torna in Italia”, l’annuncio di Di Maio

0
155
chico forti

Chico Forti era stato arrestato nel 1998 negli USA. Tornerà a scontare la pena in Italia. La condanna all’ergastolo nel 2000 da parte di un tribunale della Florida con l’accusa di omicidio.

23 dicembre 2020 “Ho una bellissima notizia da darvi: Chico Forti tornerà in Italia. L’ho appena comunicato alla famiglia e ne ho informato il Presidente della Repubblica e il Primo Ministro. Il Governatore della Florida ha infatti accolto la richiesta di usufruire dei benefici previsti dalla Convenzione di Strasburgo ed essere trasferito in Italia “.

Annuncio su Facebook del ministro degli esteri Luigi Di Maio. “Si tratta di un risultato estremamente importante, che premia un lungo e paziente lavoro politico e diplomatico. Non abbiamo mai dimenticato Chico Forti, che potrà finalmente tornare nel suo Paese vicino ai suoi cari – aggiunge Di Maio -. Io personalmente sono grato al Governatore De Santis e all’Amministrazione Federale degli Stati Uniti. Un ringraziamento particolare al Segretario di Stato Mike Pompeo, con il quale ho seguito personalmente la vicenda e con cui ho parlato ancora nel fine settimana, per l’amicizia e la collaborazione che si è offerto d’instaurare con questo risultato molto importante”.

Chi è Chico Forti, biografia e breve riassunto della vicenda giudiziaria

Scheda personale: Enrico ‘Chico’ Forti, nato in Trentino nel 1959, arrestato nel 1998 negli Stati Uniti e condannato all’ergastolo nel 2000 da un tribunale della Florida con l’accusa di omicidio premeditato. Il produttore televisivo, Chico Forti, sempre auto dichiarato innocente. La storia è legata alla morte di Dale Pike, figlio di Antony Pike, da cui Forti stava acquistando il Pikes Hotel di Ibiza. Dale viene assassinato e trovato morto su una spiaggia di Miami il 15 febbraio 1998 e Chico incriminato per omicidio.

Sul piano giudiziario, come conseguenza del rigetto di tutti i ricorsi la condanna è divenuta definitiva nel 2010, l’obiettivo minimo è sempre stato quello di ottenere dalle autorità americane  se possibile un riesame del processo.

O, in alternativa, la possibilità per Forti di poter scontare la pena in Italia, vicino ai suoi cari.

Fino all’annuncio del 23 dicembre 2020 da parte del ministro di Esteri dell’esito positivo che rappresenta un regalo di Natale per lui e famiglia sicuramente speciale e gradito.

Festa sulla pagina Facebook dedicata alla vicenda giudiziaria del produttore televisivo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here