Arte e alcolismo, attrazione fatale: le confessioni di Anthony Hopkins e gli altri casi

0
601

Anthony Hopkins celebra 45 anni senza alcool, ma gli artisti ad avere un problema con la bottiglia sono tanti: chi di loro ha risolto e quali sono le loro storie?

Da Vincent Van Gogh, Henri De Toulouse-Lautrec e Francis Bacon fino ad arrivare alle star cinematografiche contemporanee, quello dell’alcolismo è un problema che ha accomunato, nel corso della nostra storia, moltissimi artisti. Che sia l’arte come sinonimo di sofferenza, perché spesso ciò che spinge a creare contenuti brillanti magari è proprio il dolore, o la pressione psicologica derivante dal successo (soprattutto in alcuni ambienti hollywoodiani), quel che è certo che molte celebrità del cinema o scultori, scrittori, poeti, pittori e musicisti sono incappati in un problema certamente pericoloso: quello dell’alcool. In occasione dei festeggiamenti di Anthony Hopkins, che oggi celebra ben 45 anni senza bere dopo un problema con la bottiglia che, come ha dichiarato lui stesso, lo stava distruggendo, vediamo alcuni degli artisti e delle celebrità che sono incappate nello stesso problema.

Anthony Hopkins 

All’attore, vista la riuscita del tortuoso percorso per abbandonare l’alcool, dedichiamo un paragrafo a sé. Hopkins, oggi 82 anni e alle spalle una lunghissima filmografia, ha condiviso con i follower il momento in cui ha capito che stava superando la linea di non ritorno: “45 anni fa oggi – dice – ho avuto un campanello d’allarme. Stavo andando incontro al disastro, mi stavo uccidendo. Non sono un moralista ma ebbi un messaggio, una vocina che mi diceva, ‘Vuoi vivere o morire?’ e mi dissi che volevo vivere. All’improvviso ho provato sollievo e la mia vita è stata straordinaria”.

Jhonny Depp e Bradley Cooper

Rimanendo in tema di attori, riportiamo le storia di Jhonny Depp e Bradley Cooper. Depp si è ritrovato nel vortice dell’alcool e della droga che gli ha causato non pochi problemi. L’attore statunitense ha sofferto a lungo di problemi di depressione, soprattutto dopo il travagliato (a dir poco) divorzio con Amber Heard. In una lunga intervista rilasciata al Rolling Stones nel 2018, parlando delle affermazioni del  Management Group contro di lui riguardo la spesa $ 30.000 al mese per il vino,disse: “È offensivo dire che ho speso $ 30.000 per il vino”, ha detto. “Perché era molto di più.” 

 

Bradley Cooper, invece, è impossibile non citarlo visto il suo ruolo da star alcolizzata nella pellicola record di incassi “A star is born“. Sobrio dal 2005, l’attore ha alle spalle un travagliato passato di dipendenza da alcool, droghe e antidolorifici. Ma i fantasmi sono tornati in vita quando nel film ha dovuto vestire proprio i panni di una celebrità alcolizzata: “C’è della bellezza nel trasformare quel che si è passato in una storia, è catartico, ha dichiarato lui stesso a Vanity Fair in occasione dell’uscita nelle sale, ricordando una vicenda durante la quale, da giovane, aveva bevuto così tanto che iniziò a sbattere la testa sul pavimento ripetutamente per vedere se si faceva male: alla fine arrivò in ospedale grondante di sangue e con una ferita enorme sulla testa.

Naomi Campbell e Kate Moss: una “moda” pericolosa

Un altro settore legato all’arte e allo spettacolo è quello della moda: anche in questo mondo l’alcool ha mietuto varie vittime, fra cui le celebri top model Naomi Campbell e Kate Moss. La venere nera, ora 50 anni, al Wall Street Journal magazine rivelò i suoi gravi problemi di dipendenza da alcool e droghe e la sua battaglia ancora in corso per disintossicarsi: “Sono grata a Dio per essere una tossicodipendente in via di guarigione e un’alcolista in via di ripresa”.

Kate Moss, invece, è passata dall’essere un’iconica quanto meravigliosa “bad girl” all’addio ufficiale alla vita ribelle. L’icona di stile che ruppe i canoni della moda di tutto il mondo (è alta 1.67 cm) diventò famosa già da giovanissima, con un esordio in grande stile a 14 anni. Il successo precoce, però, porta molto spesso (come d’altronde successe a Daniel Radcliffe) a sfogare la tensione e la pressione sociale, e le relazioni amorose tormentate furono una miccia per la modella: immortalata dal Daily Mirror nel 2005 mentre faceva uso di cocaina e allontanata per questo dalle maggiori case di moda, la modella ai tempi entrava ed usciva dal rehab per disintossicarsi, ma l’addio ufficiale alle sostanze avvenne solo nel 2018.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here