Mario Balotelli in gol all’esordio col Monza: tutte le prime volte di Supermario

0
413

Mario Balotelli torna in campo con il Monza e segna all’esordio: ripercorriamo tutte le prime volte di Supermario nella sua carriera da girovago.

Ieri, nel match tra Monza e Salernitana, ha fatto il suo esordio stagionale Mario Balotelli. Un esordio fortunato (come spesso gli è capitato in carriera) che lo ha visto andare a segno dopo soli 4′ dall’inizio dell’incontro. Un bell’avvio e l’ennesimo banco di prova per un calciatore con un talento fuori dal comune che però non è mai riuscito a metterlo a frutto come si deve.

Dopo una carriera segnata più dalle intemperanze e dal carattere fumantino che non dalle giocate e dai trofei ottenuti, all’avvio di questa stagione Supermario si è trovato senza un contratto professionistico e fino all’inizio di dicembre non si era presentata una squadra disposta a farlo giocare. Il 7 dicembre scorso è stato messo sotto contratto dal Monza e per 20 giorni si è allenato per rimettersi in forma, perdendo 5 chili superflui.

Mario Balotelli: tutti gli esordi di Supermario

Nato a Palermo il 12 agosto del 1990, Mario viene adottato dalla famiglia bresciana Balotelli insieme al fratello Enock. Sin da piccolino mostra un talento fuori dal comune e nel 2008 finisce nelle giovanili dell’Inter dal Lumezzane. Quell’anno Balotelli risulterà decisivo per la vittoria del Torneo di Viareggio con una doppietta contro l’Empoli. In quel periodo si trovava già aggregato alla prima squadra per volontà di Roberto Mancini, il tecnico aveva intravisto il suo enorme potenziale e deciso di introdurlo a poco a poco nella rotazione.

Esordisce nel dicembre del 2007, a soli 17 anni, ma non lascia il segno. Lo farà la partita successiva, segnando una doppietta in Regina Inter dopo aver rilevato Suazo. Il suo secondo esordio è datato 2010, quando Mancini fa carte false per averlo al Manchester City. Doveva essere l’anno della definitiva consacrazione ed è iniziato con un gol alla prima assoluta con la maglia degli inglesi. Anche in questo caso Balotelli, però, è incostante e fa parlare di sé soprattutto per intemperanze e eccessi fuori dal campo.

Conclusa la parentesi inglese viene acquistato dal Milan – squadra per la quale tifa sin da bambino – e anche in questo caso il debutto è bagnato dal gol (una doppietta contro l’Udinese). Dopo l’exploit, però, Mario comincia ad avere prestazioni altalenanti e dopo un solo anno si trasferisce nuovamente, questa volta al Liverpool. Con i Reds, manca l’appuntamento con il gol alla prima, ma non alla seconda (Mario ha sempre segnato in carriera entro la seconda partita con una maglia), ma ancora una volta non mantiene le promesse.

Nel 2015 viene preso dal Nizza e gioca quelle che ad oggi son le sue migliori stagioni: 15 gol al primo anno, 18 al secondo. Al terzo, però, non trova spazio per problemi con l’allenatore Patrick Vieira. A gennaio 2019 si trasferisce a Marsiglia, dove conferma una buona verve realizzativa (anche in questo caso in gol alla prima), ma non convince il club a tenerlo. L’anno scorso il ritorno nella sua Brescia è stato fallimentare: Mario segna alla seconda presenza, ma non riesce ad essere costante ed alla fine mette a segno solo 5 reti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here