Muore a 71 anni Mauro Bellugi, ex calciatore costretto a subire l’amputazione di entrambe le gambe causa Covid

0
384
bellugi in nazionale

Dopo il dramma legato al Covid – che gli è costato l’amputazione di entrambe le gambe per alcune complicazioni legate a problemi di salute precedenti – Mauro Bellugi è morto questa mattina all’ospedale milanese di Niguarda in seguito a un’infezione.

Aveva compiuto 71 anni lo scorso 7 febbraio.

A dare la triste notizia la famiglia del calciatore.

Ricoverato per covid il 4 novembre dell’anno scorso dopo essere risultato positivo, aveva dovuto subire l’amputazione di entrambe le gambe: il 13 novembre la prima, il 20 la seconda.

Nonostante la drammatica vicenda, Bellugi aveva reagito e con spirito aveva dichiarato – in merito alla possibilità di tornare a camminare: “Prenderò le protesi di Pistorius”.

Putrorppo però Bellugi, che conta anche 32 presenze in Nazionale, è morto quest’oggi.

Lo ricorderemo con l’unica sua marcatura in carriera (in oltre 300 partite giocate) nella partita di Coppa dei Campioni del 3 novembre 1971, vinta 4-2 dall’Inter contro il Borussia Monchengladbach.

Bellugi se ne va alla vigilia dell’importantissimo derby di ritorno tra la sua Inter capolista e il Milan secondo in classifica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here