Campi d’emergenza dove rinchiudere gli italiani: realtà o bufala? Chiarezza sul presunto complotto

0
279
campi container

Sembra quasi di trovarsi di nuovo davanti alle notizie che fino a un anno fa giravano sui social in ampia forma, dove si parlava dei campi FEMA e delle bare negli Stati Uniti. In queste ultime ore, ma la notizia gira già da alcuni giorni, non si parla più dei campi FEMA, bensì invece si parla della nostra Protezione Civile, che avrebbe aperto un bando per acquistare delle strutture emergenziali, tutto questo ha fatto in modo da mettere in moto la famosa macchina complottista, vedendo in questi progetti un ampio controllo di poteri occulti.

Il sito Internet BUTAC (Bufale un tanto al chilo) ha riportato come in questi giorni Radio Radio sta cercando di far capire ai suoi ascoltatori e lettori, che il bando che si trova sul sito Internet del Consip abbia a che vedere con dei campi di emergenza dove richiudere la popolazione italiana. Il sito riporta le parole di Max del Pane, che scrive come il “governo fa preparare aree di contenimento senza specificarne l’uso per ogni regione d’Italia“.

Ma questo articolo di Max del Pane non è l’unico, infatti anche il filosofo Diego Fusaro avrebbe messo in evidenza la questione con un titolo più incisivo: “Stanno nascondendo qualcosa? Perché il Governo acquista campi container di emergenza in tutta Italia?“. Il problema però è un altro, perché Fusaro nel suo video non parla mai di acquisto, questo titolo a quanto sembra sarebbe stato imbastito da Radio Radio e non dal filosofo. Infatti il bando scrive chiaramente: “Noleggio di container per l’allestimento di campi container con destinazioni d’uso diverse e servizi connessi“. Un oggetto ben esplicativo.

Porro: “Imprigionare chi? Le ipotesi sono sconfinate”. Ma le risposte sono già sotto gli occhi di tutti

A questo punto scoppia l’inverosimile perché il blog di Porro riporta teorie astruse e davvero lontane dalla realtà, citando persino la Legge Zan che non si capisca bene cosa c’entri con i campi container. Porro riporta: “Serviranno a difendere o a imprigionare? E imprigionare chi? Le ipotesi sono sconfinate: chi si dichiara allergico al vaccino; chi è marchiato senza appello come nomask, o peggio, negazionista a tutto tondo; chi si azzarda a tenere aperta la propria attività (ecc…)”. Insomma secondo Porro questi campi container sarebbero dei nuovi lager nazisti, dei nuovi gulag.

La risposta a tutto questo però non è così occulta come può sembrare. Sul sito Consip viene specificato anche l’utilizzo che si potrebbe farne: si parla di eventi sismici per esempio, e non viene mai citata la pandemia e tanto meno l’emergenza sanitaria in corso. Quindi magari prima di tirare in ballo i poteri occulti, il NWO, o quant’altro forse sarebbe meglio leggere i documenti belli trasparenti sul sito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here