Sacro e profano a Bali: turisti ricercati per aver girato un film a luci rosse su un monte sacro

0
200
batur video porno

A Bali in Indonesia è ricercata una coppia di turisti per aver prodotto un video pornografico sulla vetta di un monte considerato sacro. Il video è stato caricato su Pornhub e ha già ricevuto oltre 1,2 milioni di visualizzazioni in tutto il mondo.

Il video porno sul monte sacro

Il video è stato rimosso da Pornhub dopo che la polizia locale ha iniziato a dare la caccia alla coppia di turisti che hanno osato violare la sacralità di Batur, il monte sacro di Bali, l’isola indonesiana. La donna del video è stata identificata come una modella russa, anche se portava una maschera sul mento.

La polizia sta cercando di capire se la coppia è ancora presente in Indonesia. Il capo del distretto Bangli,  I Gusti Agung Dhana Aryawan, ha dichiarato: “Il nostro ufficiale ha trovato il luogo, in particolare lungo il sentiero escursionistico del Monte Batur, un po’ sopra il tempio di Pasar Agung. Ci stiamo coordinando con l’immigrazione per scoprire se le persone interessate sono ancora a Bali.

Leggi anche => “Fanno controllare la casa da un ispettore domestico. Ma l’uomo commette atti osceni con un pupazzo”

La modella che posava con gli elefanti

L’accusa è quella di atti osceni in luogo pubblico, la stessa che le autorità locali hanno imputato a una influencer l’anno scorso. Alesya Kafelnikova – di 22 anni – aveva posato completamente nuda addosso alla schiena di un elefante per un post su Instagram.

L’influencer era stata in seguito convocata dalla polizia locale, alla quale avrebbe dichiarato che nel suo gesto non c’era nessun intento provocatorio, ma solo quello artistico. Tanto che la didascalia alla foto recitava: “Vibrazioni naturali”.

nAnche Save the Asian Elephats si era espressa in materia descrivendo come una “acrobazia grossolana” la foto della ragazza russa. L’influencer ha ulteriormente chiarito il gesto con un post pubblico: “Faccio opere di beneficenza da molti anni e una delle mie ultime donazioni è stata il sostegno finanziario agli animali e alla popolazione locale del villaggio, in cui ho scattato queste foto“.

Certo, l’alibi della vena artistica non reggerà per la coppia di turisti che hanno girato il video porno. In quel caso, l’accusa di atti osceni in luogo pubblico sarà inevitabile e insindacabile…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here