Home Interni Caso Denise, spunta lettera anonima, ma non solo: tutte le novità e...

Caso Denise, spunta lettera anonima, ma non solo: tutte le novità e l’appello di mamma Piera

0
691
nuova interpretazione

La procura di Marsala ha riaperto il fascicolo sulle indagini di Denise Pipitone. Nuovi dettagli emersi, grazie alle dichiarazioni spontanee dell’ex magistrato a capo delle indagini, Maria Angioni, che vertevano sulle difficoltà e sulle omissioni nel corso delle indagini stesse, hanno portato la procura a indagare ancora più a fondo.

LEGGI ANCHE => Caso Denise Pipitone, la 19enne segnalata a Scalea dalla D’Urso: “Non sono io”

Il testimone frainteso

Dopo 17 anni il caso di Denise torna alla ribalta mediatica un po’ per la tenacia di Piera Maggio, un po’ per l’intrigo criminale perfetto dietro la scomparsa della bambina che fa pensare che i criminali siano potuti restare impunite attraversa una rete di omertà e complicità.

Il nuovo tassello che cerca di risolvere il mosaico viene posto nuovamente nello studio di ‘Chi l’ha visto?’ che ha sottoposto ad un’analisi più accurata la video testimonianza di Battista Della Chiave, testimone audioleso che aveva raccontato cose agli inquirenti, cose che si scopre, a distanza di 8 anni, siano state fraintese.

LEGGI ANCHE => Caso Denise Pipitone, fermata una giovane di origini rumene a Scalea

Nel 2013 la trasmissione mandò in onda il video della deposizione che Battista Della Chiave: lui aveva visto la piccola Denise, il giorno della sua scomparsa, in braccio ad un uomo nel magazzino di via Rieti, da cui sarebbe partita una telefonata verso l’abitazione di Anna Corona quello stesso Giorno.

Dopo 8 anni Federica Sciarelli ha fatto interpretare lo stesso filmato da due esperti di linguaggio dei segni, Laura Santarelli e Antonio Di Marco, interprete sordo dalla nascita, che conosce più di dieci dialetti. I due esperti hanno appurato e dichiarato che molte incomprensioni e le parole del teste non furono riportate fedelmente. Un problema enorme, considerando la mole d’informazioni che invece contenevano.

LEGGI ANCHE => Caso Denise, dopo le ricerche nel pozzo escono nuove intercettazioni

Nuovi indizi per un caso troppo vecchio

Ecco il contenuto della deposizione alla luce della nuova lettura: “Hanno rapito la bambina con una motocicletta, superato un cavalcavia e poi l’hanno nascosta in una barca a remi sotto una coperta e sono andati via. La bambina piangeva. La moto è stata buttata in mare”.

Inoltre il teste aveva indicato due uomini e non solo uno come responsabili del prelievo della bambina. Uno sui 25 anni con i capelli ricci, i baffi e il pizzetto. Battista aveva detto di aver voluto sparare ai due, ma di non averlo fatto per paura delle conseguenze legali.

Il caso che sta vivendo nuova vita mediatica sembra intricarsi sempre di più. Alla signora Piera Maggio è arrivata una lettera anonima in cui l’autore si dichiara in possesso di alcune informazioni.

Che sia finalmente arrivata l’ora della verità per mamma Piera?

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here