Come Pinocchio: sub inghiottito da una balena di 27 tonnellate

0
834

La storia di Michael Packard del Massachussetts non ha niente da invidiare alla storia di Pinocchio.

Mentre era in immersione è stato inghiottito da una balena di ben 27 tonnellate che lo aveva scambiato per cibo.

Per fortuna, come la storia di Pinocchio d’altra parte, il cetaceo ha deciso di risparmiargli la vita.

L’uomo ingoiato da una gigantesca megattera

Michael Packard era stato scambiato per cibo da una megattera mentre era in immersione.

Inizialmente, il 56enne aveva pensato di essere stato attaccato da uno squalo – animali molto comuni nell’area di Cape Cod, ma poi si è accorto che nella bocca del grosso animale che lo aveva inghiottito non c’erano denti.

LEGGI ANCHE => Pescatori trovano uno squalo grande quanto un camion su una spiaggia: è lungo 8 metri

“Ma poi mi sono accorto, oh mio Dio – ha dichiarato alla televisione – che si trattava della bocca di una balena e che stava cercando di ingoiarmi. Ho pensato di stare per morire”.

Michael Packard

E poi all’improvviso… la libertà

E invece fortunatamente, usando il suo equipaggiamento, l’uomo è riuscito a respirare anche all’interno della bocca del cetaceo.

“Tutto a un tratto – ha continuato l’uomo – l’animale è andato in superficie e ha cominciato a sprizzare acqua da tutte le parti. Mi sono quindi ritrovato scaraventato in aria per qualche decina di metro e sono andato a sbattere sulla superficie dell’acqua”.

L’uomo non riusciva a crederci: era vivo dopo essere stato ingoiato dalla gigantesca megattera ed essere rimasto dentro la sua bocca per più di mezzo minuto. “Non posso credere di essere qui a raccontarlo”, ha detto.

Anche la sorella, Cynthia, non credeva ai suoi occhi: “Se l’è cavata con solo qualche livido sulle gambe“, ha detto.

Jooke Robbins, un esperto biologo che si occupa di megattere, ha spiegato che probabilmente l’animale ha scambiato Michael Packard per cibo.

Questo tipo di cetaceo, infatti, solitamente non è aggressivo con l’uomo, quindi non può che trattarsi di un errore da parte dell’enorme animale.

Per certo, per Micheal, una avventura incredibile da raccontare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here