Come sta la Principessa Charlene? Preoccupazione sulle sue condizioni dopo una seconda operazione

0
1931

C’è preoccupazione per le condizioni di salute della Principessa Charlene di Monaco, al secolo Charlene Wittstock (poi Charlene Grimaldi), moglie del Principe Alberto II.

Attiva nella filantropia, è una ex nuotatrice (per lei due ori e un argento ai Giochi Panafricani) ed è molto legata al Sudafrica, se è vero che ha gareggiato per il Sudafrica ed ha vissuto nel Paese una gran parte della sua vita, dal 1989 in poi (dopo essere nata nel 1978 nell’odierno Zimbabwe – dove il padre era proprietario di un industria tessile).

E proprio nel suo Sudafrica si trova ormai dallo scorso gennaio e ivi “resterà a tempo indeterminato”, come comunicato dalla famiglia Grimaldi attraverso una apposita nota ufficiale: la donna è stata sottoposta a un secondo intervento chirurgico alla testa, causato da una grave infezione otorinolaringoiatrica.

A maggio, il primo intervento, quindi – recita il comunicato – “ci sono state delle complicazioni e il 23 giugno è stata sottoposta a una seconda operazione”.

Parlavamo del legame di Sua Altezza Serenissima con il Sudafrica: molte attività filantropiche sono legate alla sua nazione d’adozione e al momento si trova nel paese africano per occuparsi del salvataggio dei rinoceronti in via di estinzione a causa della piaga del bracconaggio.

Il preoccupante comunicato giunge a pochi giorni dal decimo anniversario di matrimonio con il Principe Alberto: le celebrazioni – che sarebbero dovute avvenire il prossimo due luglio – sono destinate a saltare.

Queste le parole della stessa Charlene, pubblicate sul settimanale People:

“Quest’anno sarà la prima volta che non sono con mio marito per il nostro anniversario: questo è difficile, e mi rattrista. Tuttavia, Alberto e io non avevamo altra scelta che seguire le istruzioni dell’equipe medica anche se è estremamente difficile. Lui è sempre stato il supporto più incredibile per me. Le conversazioni quotidiane con lui e i miei figli mi aiutano immensamente a mantenere alto lo spirito, ma mi manca stare con loro. E’ stato speciale quando la mia famiglia è venuta in Sud Africa, è stato veramente meraviglioso vederli e non vedo l’ora di riunirmi a loro”.

Parole giunte attraverso un comunicato stampa che in qualche formano tranquillizzano sulle sue condizioni (si parla di conversazioni quotidiane con il marito e con i figli – i due hanno avuto due gemelli, il 10 dicembre 2014) ma resta comunque un alone di mistero su tutta la vicenda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here