Da stuntman a regista, una vita per il cinema: muore ad 83 anni Don Jones

0
297

Si è spento ieri sera ad 83 anni il regista americano Don Jones: una carriera sui set cinematografici ricoprendo quasi tutti i ruoli.

Il nome Don Jones probabilmente non dirà nulla a tantissimi italiani e ci sono sicuramente anche americani e cultori del cinema che non hanno idea di chi fosse questo protagonista nascosto di Hollywood. Tuttavia Donald Evan Jones è stato uno dei più grandi appassionati di cinema che l’America abbia avuto, nonché una figura presentissima sui set della Hollywood degli anni ’60 e ’70.

Nato a Philadelphia, Don Jones è cresciuto in una fattoria in Pennsylvania e appena compiuti 18 anni ha servito nell’esercito americano. Conclusa la leva, ha cominciato a combattere in incontri di Boxe con lo pseudonimo di Irish Frankie Conway. Più che una strada professionale, gli incontri erano un lavoretto temporaneo per racimolare il denaro sufficiente a tentare il grande salto ad Hollywood.

Leggi anche ->“In tv andando a letto con politici e registi”: l’ex Amici al vetriolo, con chi ce l’ha?

Don Jones, l’approdo a Hollywood: da stuntman a regista

Come molti giovani dell’epoca, anche il 20enne Donovan sognava di avere un futuro nel mondo del Cinema. Gli anni ’60 erano quelli in cui si viveva l’onda lunga del periodo d’oro di Hollywood, ma anche quelli in cui il cinema americano vide un calo di qualità e produzioni. Il ragazzo amava il cinema ed era disposto a qualsiasi cosa pur di imparare il mestiere e fare parte di quel mondo. Così cominciò come stuntman in ‘Ride in the Whirlwind‘ e ‘A Man Called Dagger‘.

Leggi anche ->Morta Pat Hitchcock, unica figlia del regista: aveva 93 anni e lascia un patrimonio da record

A quell’esperienza si unì quella come fonico in ‘One Potato, Two Potato‘ e quella molto più lunga e redditizia in qualità di cameraman. Per anni, infatti, Don Jones ha lavorato in quel ruolo, acquisendo esperienza dietro la camera e anche su come andava fatto il montaggio delle pellicole. Nel 1973 ebbe la sua prima occasione come regista, girando l’horror ‘Schoolgirls in Chains‘. Il film non ebbe molto successo e prima che potesse girarne un secondo passarono nove anni: nel 1982 uscì un secondo horror intitolato ‘The Forest’.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here