Niente corsa allo spazio per Bill Gates: ecco cosa interessa di più al fondatore di Microsoft

0
342

Alcuni degli uomini più ricchi del mondo puntano lo sguardo allo spazio, a partire da Elon Musk passando per Jeff Bezos. Infatti i due CEO di Space-X e di BlueOrigin hanno dei grandi progetti per la loro conquista dello spazio, anche se le idee di Musk vanno ben oltre la fantascienza.

Le loro idee prevedono in futuro Internet accessibile in qualsiasi luogo, ma anche stazioni interplanetarie e via discorrendo. Eppure l’altro grande ricco del pianeta, Bill Gates, non sta facendo alcuna corsa allo spazio. Anzi: per lui le priorità sono ben altre.

Come sappiamo Bill Gates non ha mai nascosto di essere un filantropo, con ingenti sforzi e ingente denaro immesso nella salvaguardia del genere umano.

E durante un’intervista concessa qualche giorno fa a Becky Anderson, Bill Gates ha spiegato che ci sono problemi ben più basilari che occupano il suo tempo, rispetto alla conquista dello spazio.

Leggi anche -> “Epidemie causate da bioterrorismo” peggiori del Covid: la preoccupante profezia di Bill Gates

La corsa allo spazio è in gran parte un mercato commerciale” ha detto Gates. “Avere una buona connessione Internet in tutta l’Africa è una buona cosa. Usare i satelliti per vedere cosa porta il cambiamento climatico. Quindi non è del tutto motivato da ragioni filantropiche“.

L’obiettivo di Gates per il 2022: eradicare la poliomielite

Quindi il quarto uomo più ricco del mondo ha detto: “Spero che le persone ricche troveranno modi per restituire la loro ricchezza alla società con un altro impatto“.

E ha spiegato qual è in realtà il suo obiettivo principale: “Fino a quando non saremo in grado di sbarazzarci della malaria e della tubercolosi nei Paesi poveri, questo sarà il mio obiettivo”.

Questo suo sforzo per debellare queste malattie si è concretizzato ad esempio in una partnership tra la sua Fondazione e il principe ereditario di Abu Dhabi. Insieme sono riusciti a debellare l’oncocercosi, conosciuta come cecità fluviale, in Niger. Questa malattia si trasmette attraverso il morso di insetti e può portare anche alla cecità totale.

Gates si è detto orgoglioso di quanto raggiunto: “Il Niger è stato il primo Paese africano a dichiarare completamente eliminata la cecità fluviale“.

Ma questo non gli basta, la sua aspirazione per l’anno prossimo è quella di cercare di eradicare la poliomielite: “Questa è una causa grande e importante per me“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here