“Ho la mascherina per colpa di ‘sto signore”: che polemica in diretta fra Brosio e la Boralevi!

0
648

Nel corso della trasmissione Pomeriggio 5 duro scontro fra Paolo Brosio, oramai celebre no Vax, e Antonella Bonalevi. La polemica sulle mascherine e il vaccino

Continua a far discutere l’opinione di Paolo Brosio, il giornalista ormai celebre per le sue posizioni No Vax.

In diretta a Pomeriggio 5 è infatti scoppiata una dura polemica fra lui e la scrittrice Antonella Boralevi. 

In diretta anche Vladimir Luxuria dagli States, che ha raccontato come stanno affrontando la pandemia dall’altra parte dell’oceano in vista del capodanno.

Mascherine e vaccini, scoppia la polemica fra la Boralevi e Brosio

Tutto ha avuto inizio dal fatto che la scrittrice si è presentata con doppia mascherina in studio. Precauzione? In parte, ma più un gesto palese di provocazione a Brosio.

Quando infatti è stata invitata in studio come ospite e ha saputo che c’era anche il giornalista – spiega la Boralevi – ha voluto prendere le dovute precauzioni in quanto Brosio non è vaccinato.

Un gesto provocatorio a tratti, da cui è nata una polemica fra i due. 

Brosio, dal canto suo, ha fatto notare il fatto che, in realtà, è molto più sicuro lui all’interno dello studio in quanto prima di recarsi alla trasmissione ha effettuato un tampone molecolare anticipato da altri tre tamponi rapidi.

Paolo Brosio

Che, a rigor di logica, è effettivamente vero, no vax a parte.

Brosio ha poi proseguito il suo ragionamento facendo riferimento anche al fatto di essere stato infettato dal virus, e a tal proposito ha parlato di “memoria cellulare”. 

Un punto di vista su cui la Boralevi ha continuato a controbattere, incolpando il giornalista di essere un incosciente in quanto, come personaggio pubblico, dovrebbe dare il buon esmpio.

“Bisogna convivere con il virus, altrimenti sei già morto dentro prima di morire” – ha dichiarato Brosio – “Bisogna avere un atteggiamento diverso, insistendo sulle cure domiciliari per non intasare gli ospedali”. 

La Boralevi ha poi incalzato nuovamente Brosio, dichiarando piccata di non voler ascoltare “La propaganda di questo signore”. Apriti cielo.

Brosio ha reagito indispettito chiedendole di chiamarlo per nome e cognome, perché un nome e cognome ce l’ha, perché se si chiede rispetto in una conversazione bisogna, anzitutto, partire con il darlo.

Niente da fare, comunque. Gli animi fra i due non si sono distesi e i toni hanno continuato ad essere piccati durante tutta la trasmissione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here