Intense attività UFO negli States: l’incredibile foto scattata da un ricercatore fa il giro del web

0
426

Nell’area di Redgate, vicino Deer Lodge, in Montana, si trova una zona considerata un ‘hotspot’ per le attività paranormali e aliene. Questo è stato confermato anche dallo stesso governo statunitense che ha detto come nel cielo ci siano strani oggetti volanti, che gli scienziati non sanno spiegare.

Leggi anche -> Ritrovata la mummia di un alieno? Gli scienziati non trovano risposta al mistero…

Questo però per gli abitanti del Montana è una cosa alquanto normale, in quanto questo Stato è uno dei cinque con maggior avvistamenti di UFO.

A confermare queste attività è il ricercatore David Bromley di Deer Lodge, che ha posizionato nell’area di Redgate una videocamera. Lo strumento ha catturato l’immagine di una figura umanoide, molto simile a una persona, ma con la testa ovoidale.

Sono stato il primo a pensare che fosse una persona” ha raccontato Bromley. “Ma poi più lo guardavo e più vedevo che tutto corrispondeva alla figura aliena, la testa bulbosa più grande, sembra senza vestiti e trasparente”.

La notizia di questo avvistamento del presunto alieno è avvenuto ormai due anni fa, ma è uscita allo scoperto solamente nel giugno dello scorso anno (anche se i tabloid riportano la notizia quest’oggi), quando Patrick Cutler ha deciso di voler girare un film sulle attività paranormali a Redgate.

Dal regista all’antropologo: ecco chi segue le attività aliene a Redgate

Ma non solo Cutler vuole approfondire anche la storia oscura che riguarda questa zona di Deer Lodge: “C’era un ragazzo che aveva una fattoria, un giorno è tornato a casa dal lavoro e ha praticamente ucciso tutta la sua famiglia e ha dipinto il cancello con il loro sangue”.

Lo stesso Cutler ha inoltre spiegato che sono in molti ad aver avvistato qualcosa di bizzarro volare nel cielo: “Ci sono diverse persone che hanno visto qualcosa volare nel cielo. Ho sentito storie di persone che vivono qui e dal nulla la loro macchina si ferma senza motivo”.

Infine c’è anche l’antropologo Michael Masters, che ha scritto un libro dal titolo ‘Identified Flying Objects’, pubblicato nel marzo del 2019 dove sostiene che gli UFO possano essere delle macchine del tempo e le persone stanno tornando dal futuro per studiare la nostra umanità. Teoria alquanto bizzarra per un antropologo…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here