Cade in un lago con la sedia a rotelle, a salvarlo è stata al sua cagnolina: ecco come ha fatto

0
579

Ci sono moltissime storie che raccontano il grande eroismo degli animali, in particolar modo dei cani, nei confronti dei loro padroni e questa storia appartiene proprio a questo genere.

beagle harry smith

Leggi anche -> Cane dei pompieri salva una donna prossima al suicidio: l’incredibile storia

I protagonisti di questa vicenda sono Harry Smith e il suo beagle, Sarah.

Il tutto è avvenuto in Florida, dove Harry Smith vive.

Harry Smith – costretto da tempo sulla sedia a rotelle – era uscito di casa quando ad un certo punto la sedia ha cominciato a scivolare da un terrapieno verso il lago.

L’uomo è così stato ribaltato dalla sedia ed è precipitato in acqua.

A quel punto Sarah ha cominciato ad abbaiare forte e a schizzare l’acqua del lago per attirare l’attenzione su di loro.

Questo suo modo di attirare l’attenzione ha fatto in modo che di questo se ne accorgessero Edward Suhling e Aby Chacko. Edward ha detto al ‘Mirror’ di aver notato qualcosa che non andava nel comportamento del cane, che in questo modo ha salvato il suo padrone.

Il vero eroe di tutto questo è Sarah

Siamo entrambi corsi lì, il mio amico ha afferrato l’uomo per le braccia e io per le gambe e l’abbiamo portato a riva” ha raccontato Edward.

Mentre si stavano precipitando a soccorrere l’uomo nel lago, Aby è riuscito ad allertare un agente, Adam Doty.

Dopo aver tratto in salvo Harry Smith tutti hanno constatato il fatto che il vero eroe di tutta questa vicenda era sicuramente la beagle Sarah.

A confermarlo inoltre è stato il padrone di Sarah, che ha detto: “Lei è una brava cagnolina. Tutto il vicinato la adora. Tutti la guardano e io la adoro e la adorerò sempre”.

Le parole di Harry Smith potrebbero passare per ovvie, ma è stato proprio grazie al suo cane che può dirsi vivo. Anche se la piccola beagle non ha potuto tirarlo fuori dal lago, è riuscita comunque a creare un diversivo per attirare l’attenzione sull’uomo – salvandogli di fatto la vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here