San Valentino, in quanti modi sapete dire “Ti amo”?

0
231

E’ arrivato il giorno più romantico dell’anno!

Love map

A meno che non siate fedeli seguaci di Sheldon Cooper, pronti a festeggiare San Valentino portando la persona amata ad assistere ad un brutale omicidio per omaggiare il Santo vescovo romano, martire cristiano flagellato e decapitato, ci sono tanti modi, sicuramente più carini, per stupire chi si ama stasera a cena. Si potrebbe imparare, ad esempio, a dire “Ti amo” in tutte le lingue del mondo! Se il sentimento dell’amore, infatti, è universale, cambia la sua espressione, linguistica, tra i vari paesi. Ma vediamo come si dice Ti amo, e non solo, in alcuni paesi europei.

Ti amo, ma non solo

Esprimere amore, si sa, è una questione importante in qualsiasi lingua. Quel sentimento che spesso ci lascia senza parole, a volte è meglio manifestarlo per far sentire speciale chi si trova al nostro fianco. Naturalmente, le parole reali “ti amo” hanno alcuni tratti linguistici comuni in tutte le sue declinazioni, ma può assumere diverse sfumature in base al contesto. Non è detto, infatti, che dire semplicemente a qualcuno “Ti amo” possa bastare per essere compresi fino a fondo, a cominciare proprio dall’inglese. “I love you” può voler esprimere sì il proprio amore verso il partner, ma anche verso un parente o un amico.

In inglese, la parola “amore”, infatti, può essere usata per amici, familiari, amanti, animali domestici e fette di pizza, così come in tedesco, entrambe lingue di origine germanica. “Ich liebe dich” vuol dire sia Ti amo che ti voglio bene in tedesco, eppure, per non creare irreparabili contraddizioni, si può utilizzare la formula “Ich hab dich lieb” – che corrisponde più o meno al nostro Ti voglio bene – per fugare ogni dubbio. Ma anche in greco può sorgere lo stesso problema: si usa, infatti, “Σε αγαπώ” (Se agapò) sia per esprimere bene che amore.

Ma altre lingue, come quelle romanze, tendono, invece ad essere più specifiche su come esprimere i propri sentimenti. Dire te quiero in spagnolo, ad esempio, è meno intenso che dire te amo, un po’ come accade in italiano tra il più comune ti voglio bene ed il più impegnativo e potente ti amo e in francese anche se in misura minore, il cui abusatissimo Je t’aime, per gli incontri anche più piccanti, può diventare un più candido Je t’aime bien, espressione di un bene sincero tra amici e parenti. Insomma, l’amore è anche una questione di sfumature, magari non cinquanta però.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here