Modella di OnlyFans sotto accusa: è stata lei a massacrare il fidanzato?

0
478

Una modella di OnlyFans, che si era soprannominata come Finta Barbie, è stata accusata di omicidio nei confronti del suo fidanzato; la ragazza lo avrebbe ucciso a coltellate.

La tragedia si è svolta nel loro appartamento di Knigswood, a Bristol, la scorsa settimana. Il vero nome della ‘Finta Barbie’ è Abigail White, giovanissima 23enne che avrebbe ucciso a coltellate il fidanzato Bradley Lewis, un anno più giovane della sua partner.

Se pur accoltellato, il ragazzo non è morto sul colpo: i paramedici sono intervenuti tempestivamente, irrompendo nella piccola proprietà nel South Gloucestershire il 25 Marzo scorso, intorno alle 20.20. Il giovane 22enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale più vicino, ma le ferite riportate al petto erano troppo gravi e non c’è stato nulla da fare. Bradley Lewis è morto sei ore dopo il suo ricovero.

La colpevole è stata chiamata alla Corte dei Magistrati di Bristol ieri, per confermare il suo nome, data di nascita ed indirizzo di residenza. Per l’occasione ha indossato una semplice tuta da ginnastica grigia.

La modella ha pubblicato migliaia di foto piccanti

Dalla creazione del suo profilo OnlyFans, sotto lo pseudonimo di Mitzee Lewis, Abigail White ha pubblicato migliaia di sue foto hot, semi-nuda. Alcune di queste foto provocanti veniva postata sui suoi altri social media, dove pubblicizzava il profilo a pagamento e invitava i suoi follower ad iscriversi per 5 dollari al mese.

Fino a due giorni prima dal presunto omicidio del fidanzato nella loro abitazione di Gloucestershire, Abigail era attiva sulla piattaforma social. Al momento la ragazza si trova in custodia e al Bristol Crown Court è stata fatta richiesta di uscita su cauzione, che verrà valutata Mercoledì 30 Marzo.

L’udienza preparatoria al processo avrà luogo sempre al Bristol Crown Court il prossimo 25 Aprile. Bradley Lewis era padre di tre figli; la famiglia lo ha ricordato con delle dichiarazioni veramente toccanti: “Il nostro amato figlio Bradley ci è stato portato via troppo presto“.

Anche molti amici del ragazzo sono rimasti devastati dalla tragica notizia. Uno di loro ha commentato: “Abbiamo perso una persona fantastica, bellissima, senza nemmeno dirgli addio. Spero che sappia quanto e quante persone lo abbiano amato”. Un secondo ha aggiunto: “La tua famiglia sentirà molto la tua mancanza e mancherai tantissimo ai tuoi bellissimi figli, fratello“.

Bradley era un calciatore professionista e giocava come riserva nell’Hanham Athletic Football Club che lo ha salutato così: “Gli HAFC sono davvero rattristati di venire a conoscenza della perdita di Bradley, che giocava come riserva nel team. Ieri lo abbiamo ricordato con un minuto di silenzio prima dell’inizio della partita. Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti gli amici di Brad”.

Le indagini continuano

L’ispettore Lavander, incaricato al caso, ha dichiarato: “Continua ad essere presente una squadra di polizia sulla scena del crimine, stiamo continuando a sorvegliare la zona per rassicurare i cittadini; voglio incoraggiare i residenti della zona a parlare con le forze dell’ordine del quartiere se hanno domande o preoccupazioni”.

L’investigazione, dunque, è ancora in corso; la famiglia della vittima sarà supportata da agenti specialmente addestrati a queste situazioni. Le indagini della squadra forense sono continuate per tutto il fine settimana nell’appartamento condiviso dalla giovane coppia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here