Irriconoscibile: ecco com’è cambiata nel tempo la Regina della moda

0
297

L’eccentrica artista spegne oggi 67 candeline. I suoi più grandi successi e i suoi – (profondi) cambiamenti estetici negli anni

Spegne oggi 67 candeline Donatella Versace, la regina della moda che è riuscita, negli anni, a rivoluzionare il modo di concepire il mondo del fashion. 

E a scoprire, soprattutto, l’importanza della personalità come potenziale su cui far leva tanto dentro quanto fuori dalla moda.

donatella-versace-compleanno

Vediamo i momenti salienti della carriera dell’eccentrica stilista e quali sono stati i suoi evidenti cambiamenti negli anni.

Auguri a Donatella, la donna che “creò le top model”

Nata nel 1955 a Reggio Calabria, fu lei a “creare” il concetto di top model assieme all’iconico fratello, Gianni.

I due compresero l’enorme potenziale delle star di poter veicolare tanto il marchio quanto il messaggio del brand a partire dagli anni ’90.

Personaggi come Madonna e Lady Diana furono fondamentali in questo senso, e riuscirono a creare un collegamento eterno con il marchio.

Ma la carriera di Donatella ha avuto tanto momenti alti quanto momenti bassi.

La morte del fratello nel 1997, come è risaputo, la colpì tantissimo, e si ritrovò a dover affrontare non solo il dolore della perdita, ma anche la necessità di mandare avanti l’azienda e gestirne i conti.

Ma non solo. Donatella, in quegli anni, dovette disintossicarsi dalle sostanze stupefacenti.

Fu nel 2004 che l’ingresso di alcuni “tecnici” all’interno del Consiglio di Amministrazione che l’azienda iniziò a risollevarsi e nel 2018 che avvenne un cambio fondamentale nell’azienda.

Si tratta della vendita del marchio Versace al brand americano Michael Kors per 2 milioni di euro circa.

Una scelta che scatenò non poche polemiche da parte soprattutto della politica italiana, ma che, alla fine, si rivelò vincente.

Oggi Donatella è rimasta la capo progettista della linea e possiede, con la figlia Allegra e il fratello Santo, azioni per un totale di circa 200mila euro.

gianni-versace

Una battaglia, la sua, che in realtà l’ha messa dal profondo a dura prova. Inizialmente molto insicura, cresciuta all’ombra del gigante Gianni che le affidò la gestione di Versus, la linea giovanile del marchio, Donatella ha dovuto imparare a fare i conti anche con difficoltà personali, come il divorzio dal marito, l’anoressia della figlia Allegra e la vendita del marchio che fece scoppiare tantissime polemiche.

I cambiamenti di Donatella

Quello che sembra un puro vezzo estetico per la chirurgia ha, in realtà, una motivazione anche alquanto profonda dietro.

Come chiarito da lei stessa, quando si ritrovò a gestire da sola l’azienda Donatella viveva un periodo di profonda insicurezza mista all’altissimo consumo di cocaina.

L’idea era quella di creare una “Donatella distante, aggressiva, spaventosa, per nascondere le mie debolezze”.

donatella-versace-prima-chirurgia

Eccola in uno degli scatti pre chirurgia estetica, con dei tratti abbastanza marcati da vera donna del sud che hanno lasciato spazio a una espressione “quasi cattiva”.

L’obiettivo dunque di sembrare tutta d’un pezzo le è riuscito, anche grazie a interventi come la blefaroplastica con cui, rimuovendo la pelle degli occhi in eccesso, ha – letteralmente – cambiato il suo sguardo.

donatella-versace-chirurgia-estetica

Una cosa, però, è rimasta sempre la stessa: i suoi meravigliosi capelli biondo platino. Una sorta di marchio di fabbrica eterno e che non passerà mai di moda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here