Bambina stuprata e abbandonata in strada in India | Invece di aiutarla la riprendono con il cellulare

0
275

È davvero una tragedia quella che nelle ultime ore ha avuto luogo in Uttar Pradesh, uno degli stati nel nord dell’India.

Una bambina di soli 12 anni è stata trovata supina per terra, ferita e sanguinante, dopo un violento stupro.

Secondo il report stilato dalla polizia locale, Kannauj -questo il nome della bambina- aveva lasciato casa lo scorso Domenica per recarsi al mercato locale e non ha mai fatto ritorno.

La famiglia della 12enne si è subito allarmata ed ha denunciato la scomparsa alle forze dell’ordine, ma per la piccola era già troppo tardi. Non è chiaro chi sia il colpevole della violenta aggressione, fatto sta che, ad essere forse più scioccante della violenza, è il comportamento degli uomini che l’hanno ritrovata.

La bambina è stata ritrovata per terra, all’ingresso di una residenza governativa nell’area della cittadina di Tirwa, da un gruppo di uomini che, invece di aiutarla, l’hanno ripresa con il cellulare. Diversi i video girati dagli uomini, tra i quali uno di 24 secondi che è stato condiviso su Twitter.

Per motivi di sensibilità non mostreremo il video, che purtroppo mostra una scena da spezzare il cuore. Nella breve clip si vede il corpo della piccola, sdraiato per terra e senza forze; la 12enne è visibilmente sotto shock e cerca di chiedere aiuto alzando a stento una mano, macchiata di sangue.

Si può vedere chiaramente il gruppo di uomini intenti a filmarla a breve distanza, nessuno dei quali è andato in soccorso della piccola. Alcuni hanno almeno chiamato la polizia, che in breve tempo è arrivata sul luogo; Manoj Pandey, il poliziotto che l’ha soccorsa, l’ha tempestivamente condotta all’ospedale di Kanpur perché potesse essere curata.

Il sovrintendente della polizia Kunwar Anupam Singh ha dichiarato che la bambina potrebbe essersi trovata in compagnia di un uomo non indentificato, dato che le telecamere di sicurezza della residenza l’hanno mostrata un ultima volta proprio mentre parlava con suddetto uomo.

L’identità del ragazzo non è ancora stata confermata, ma stiamo facendo le dovute ricerche. Soltanto in seguito alle consultazioni mediche potremmo confermare se la ragazza sia effettivamente stata stuprata o meno”, ha dichiarato Singh ad un giornale locale.

Non è il primo caso in India

Al momento, dunque, le forze dell’ordine non hanno ancora confermato si sia trattato di una violenza sessuale. Purtroppo di questi casi se ne sentono diversi, in India. Un altro caso eclatante risale allo scorso mese di Settembre, quando un bambino della stessa età di Kannauj è stato violentato da un gruppo di uomini.

Secondo quanto riportato dalla CNN, la famiglia del ragazzo ha denunciato la violenza alla Commissione per le donne di Delhi. Gli aggressori erano in tutto tre, tutti minorenni; stando a quanto confermato anche dal vice commissario della polizia Sanjay Sain, che si è occupato del caso- uno degli stupratori era un parente del 12enne.

L’aggressione sarebbe avvenuta il 18 Settembre nel quartiere di Seelampur, a Delhi, ma è stata denunciata soltanto il 22 Settembre. L’attacco non sarebbe stato solo di natura sessuale, ma il ragazzo è anche stato picchiato con dei mattoni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here