Elezioni Usa: ecco perché Trump potrebbe rimanere in carica anche se perdesse

0
208

La tensione è alta ei processi in corso a carico di Trump rendere ancora più agguerrita la sua corsa alla Casa Bianca: in caso di perdita, infatti, non avrebbe più diritto all’immunità. Ma a nche se ci sono le possibilità che il tycoon perda le elezioni, non è detto che non rimanga in carica come Presidente, ecco perché

Dopo mesi di attesa è arrivato il fatidico giorno dell’elezione americana , durante il quale i cittadini americani sono chiamati alle urne per eleggere il loro 46esimo presidente . La tensione negli Stati Uniti è alta: l’incertezza continua a rimanere , e non è detto che entro la nottata di oggi si saprà chi sarà il nuovo Presidente. Questo è dovuto al sistema di votazione americano, per il quale milioni di cittadini devono scegliere chi saranno i grandi elettori che, una loro volta, saranno chiamati ad indicare chi sarà il Presidente degli Stati Uniti. Un’elezione di tipo indiretto , dunque: i grandi elettori sono in totale 538, corrispondenti all’insieme dei deputati e dei senatori che rappresentano ciascuno Stato al congresso. Per poter essere eletto, il candidato in questione dovrà aggiudicarsi 270 voti all’interno di ciascuno dei 50 stati, secondo un sistema di tipo maggioritario secco : chi vince prende e porta a caso tutto anche se la differenza di voti è minima . Fondamentale, dunque, è vincere Stati piuttosto che voti : qualora Donald Trump non si aggiudicasse né il voto popolare né il collegio elettorale, non è detto che rinuncerebbe alla Casa Bianca, in quanto c’è una terza via che il tycoon potrebbe percorrere. 

Perché Trump potrebbe rimanere alla Casa Bianca anche se non venisse rieletto

Se uno dei candidati perde le elezioni, quest’ultimo ha diritto di fare ricorso alla Corte Suprema per contestare il risultato : non è dunque un caso che Trump abbia appena nominato la conservatrice Amy Coney Barrett. La decisione, secondo quanto chiarito dalla Dott.ssa Gina Yannitell Reinhardt esperta in meccanismi decisionali di voto presso il dipartimento governativo inglese, sarebbe presa da 3 giudici . Non è detto, tuttavia, che Trump opti per una strada del genere. Va ricordato, però, che il voto popolare non fu dalla sua durante le elezioni del 2016, durante le quali la Clinton prese più voti. Non resta che stare a vedere cosa accadrà durante la nottata.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here