Film horror sconvolge gli utenti Tik Tok, diventando di tendenza: “Per favore non guardatelo”

0
168

Un film horror del 2011 è diventato di tendenza su Tik Tok perché ha letteralmente traumatizzato gli utenti.

Da qualche anno a questa parte il social cinese Tik Tok è diventato il luogo in cui gli adolescenti di tutto il mondo passano la maggior parte del loro tempo. Il social è diventato così diffuso che con il passare del tempo non è stato popolato solamente dai giovani, ma anche da qualcuno con lo spirito giovanile o la sindrome di Peter Pan. In sostanza Tik Tok funziona a tormentoni, o per meglio dire a challenge. Per la maggior parte dei casi si tratta di sfide di danza, ma tra le attività più popolari ci sono anche le sfide di Lip Sinc e quelle dei sosia di persone famose.

Al di là dei grandi classici, quasi ogni settimana viene creato un trend topic che viene successivamente eseguito da tutti gli altri utenti. L’ultimo trend topic riguarda un film horror del 2011 divenuto popolare per via degli effetti che ha causato sugli utenti. Sono stati in migliaia gli utenti che hanno dichiarato di essere rimasti traumatizzati e che avvisano gli altri di non guardare quel contenuto.

LEGGI ANCHE => Megan is Missing, l’horror che terrorizza TikTok e Twitter: lo abbiamo visto per voi

Film horror terrorizza gli utenti Tik Tok, il regista corre ai ripari: “Potreste rimanere traumatizzati, non guardatelo”

I messaggi d’avviso degli utenti, come quello di una ragazza che dice: “Triste, spaventoso e orribile” o quello di un’altra che scrive: “Se guardi questo film sii consapevole del rischio. E’ qualcosa che non rivedrò mai più. Sono rimasta traumatizzata a vita“, hanno avuto l’effetto contrario, portando sempre più utenti a guardare con curiosità il film e rimanerne traumatizzati.

Il film in questione è ‘Megan is missing‘, un thriller psicologico che parla della scomparsa di una ragazza del liceo e delle ricerche avviate dalla sua migliore amica per trovarla. Nel corso della pellicola si vedono scene crude, scene di sesso e di violenza su minori. Nel 2011, quando il film è uscito nelle sale, è stato duramente criticato proprio per l’eccessiva violenza, per iper-sessualizzazione delle minorenni e per una recitazione non eccellente.

Insomma non sembrava essere destinato a rimanere negli annali della cinematografia, ma il trand di Tik Tok lo ha reso una specie di cult. Avvisato di ciò che stava capitando sul social dalla protagonista principale del film (Amber Perkins), il regista Michael Goi ha deciso di avvertire gli utenti dei rischi che corrono nel guardare il film:

“Non sono riuscito a darvi le tradizionali avvertenze che sono solito dare a chi vuole vedere per la prima volta  Megan is Missing, che sono: non guardare il film di notte, non guardarlo da solo, se vedi le parole ‘Foto numero 1’ e sei già traumatizzato hai 4 secondi per chiudere tutto e vedere qualcosa che probabilmente non vorresti vedere”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here