Attaccato da un enorme squalo mentre nuota in acque basse: un uomo è morto davanti alla moglie

0
223

Tragedia nell’Australia occidentale: un uomo è stato attaccato da uno squalo mentre praticava sport a poche decine di metri da riva. Dopo l’attacco l’animale non è scappato

Stava nuotando nelle acque basse, a poche decine di metri dalla riva, quando è stato improvvisamente attaccato da uno squalo che ne ha provocato la morte. La vittima è un uomo sulla cinquantina, le cui generalità non sono al momento note, che si era recato a Cable Beach, popolare località turistica dell’Australia occidentale, per praticare bodyboard. A poco meno di due chilometri dal Cable Beach Surf Club, e ad una quarantina di metri da riva in acque abbastanza basse, intorno alle 8.45 locali è stato attaccato da uno squalo lungo almeno quattro metri. I primi ad accorgersene sono state due persone che nuotavano a poca distanza: hanno notato gli schizzi d’acqua sentendo contemporaneamente le urla dell’uomo e hanno tentato di salvarlo. Sono riusciti a trascinarlo sulla spiaggia mentre la moglie dell’uomo chiamava i soccorsi. Gene Pears, ispettore, ha dichiarato che il gesto della coppia è stato “molto coraggioso” spiegando che lo squalo, dopo l’attacco, non si è allontanato rimanendo vicino alla riva per una trentina di minuti. Broome, piccola città della regione di Kimberley teatro di questa tragedia è scossa ma consapevole dei rischi che si possono correre in acqua: in passato oltre ad altri squali sono stati avvistati anche diversi coccodrilli di acqua salata e sono avvenuti anche molti attacchi di meduse.

Leggi anche Impressionante invasione di gamberi clone in un cimitero

Il cordoglio del premier: “Un evento traumatico e inaspettato”

Sul posto sono arrivati alcuni medici e le autorità: l’uomo, che abitava a poca distanza, è stato rianimato ma nelel ore successive le sue condizioni sono peggiorate ed è morto. Le autorità hanno disposto la chiusura della spiaggia. Pears ha spiegato che “le autorità stanno ancora cercando l’animale dopo che i tentativi di sparargli sono andati a vuoto. La specie di questo squalo è sconosciuta. Abbiamo avuto un anno difficile, ci sono stati diversi incidenti qui. Ma allo stesso tempo, in casi del genere le comunità come Broome sono speciali. Le persone si uniranno, si prenderanno cura della famiglia e cercheranno di farsi forza a vicenda”. Sulla vicenda è intervenuto anche Mark McGowan, premier della Western Australia che ha espresso alla famiglia della vittima il suo cordoglio: “È un evento traumatico e inaspettato. Posso solo ringraziare tutte quelle persone che hanno tentato di salvarlo. È un giorno molto, molto triste per Broome”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here