Kelly Jones degli Stereophonics sulla transizione di sua figlia a uomo: “orgoglioso” del supporto

0
388

La rockstar gallese si è detto orgoglioso di come lui e la sua famiglia ha sostenuto la figlia nella transizione a uomo

Kelly Jones , il frontman degli Stereophonics, ha deciso di condividere attraverso una serie di interviste una sua storia familiare di coraggio e coesione: quella transizione di genere di sua figlia, Lolita Bootsy, da ragazza a ragazzo.  La quindicenne Lolita, infatti, adesso è diventata Colby , e non potrebbe essere più felice di esserlo. Un percorso difficile, soprattutto da fare soli e senza il supporto di qualcuno: ed è proprio per questo motivo che Kelly Jones ha voluto condividere con i suoi fan, ma non solo, l’enorme sostegno che lui e la famiglia sua hanno dato a Colby per poter affrontare serenamente una transizione di per sé molto complessa , sia fisicamente che mentalmente.

“Orgoglioso di come abbiamo affrontato la situazione”

“Come famiglia, è nostro principale dovere quello di aiutarlo a rendersi conto che prima o poi arriverà dove lui vuole essere , e sono veramente orgoglioso di come abbiamo affrontato la situazione” , ha detto il chitarrista e cantante 46enne, che ha aggiunto “Sono sbalordito che, nonostante tutto questo, nessuna persona abbia preso in giro Colby o fatto commenti sarcastici nei suoi confronti.Sembra anche un ragazzino simpatico, con un taglio di capelli disordinato e Dr Martens – ha trovato il suo piccolo stile “, ha detto il padre. Colby, che attualmente frequenta una scuola femminile, continuerà la sua cura ormonale prima di fare domanda di accesso ad un sixth-form college, che in Inghilterra è un istituto scolastico dove gli studenti di età compresa tra 16 e 19 anni studiano per qualifiche di livello scolastico avanzato. Il quindicenne si era dichiarato gay nel 2016 , ispirando il brano degli Stereophonics ‘Fly Like an Eagle’. 

“Dovevo ascoltare ed essere di supporto”

Una storia di amore e coraggio di una famiglia che, nonostante la delicatezza e la complessità del tema, è riuscita a sostenere in tutto e per tutto le volontà del figlio: “È molto difficile da esprimere a parole, ma all’inizio è stato sicuramente difficile venirne a capo. Mi sono quasi ritrovato ad attraversare una sorta di lutto , come se avessi perso una figlia e non avessimo avuto la possibilità di salutarci adeguatamente “, e ha poi aggiunto ” Ma poi ti rendi conto che sono la stessa persona, la stessa anima, e all’improvviso capisci che è necessario capirci qualcosa “. L’amorevole padre ha poi raccontato: “Voglio dire, quanto deve essere difficile sentire che sei nato nel corpo sbagliato? Non riesco nemmeno a immaginarlo”, decidendo dunque di “ascoltare e essere di supporto”. L’artista gallese ha inoltre aggiunto che Colby è un ragazzo estremamente talentuoso, e ha fatto ricorso alle sue capacità per progettare la copertina dell’album Kind del 2019.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here