Strage a Trier, auto piomba sui pedoni: “Una carneficina”

0
361

Strage nella cittadina tedesca di Trier: un’auto è piombata addosso ai pedoni che si trovavano sul marciapiedi: tragico il bilancio.

Attimi di panico e terrore quest’oggi nella cittadina tedesca di Trier. Secondo quanto riportato dai media locali e raccontato sui social da chi era presente in quel momento, un’auto – un suv grigio– guidata da un uomo di 51 anni è uscita ad alta velocità dalla porta d’ingresso del centro cittadino ed è giunta senza frenare nella zona pedonale, colpendo decine di pedoni che non hanno potuto fare nulla per evitare l’impatto.

I testimoni presenti in zona al momento di quello che sembra un attentato in piena regola, hanno descritto quanto accaduto, dichiarando di aver visto diverse persone sbalzate in aria dal suv dell’uomo, tra questi anche bambini. Uno dei testimoni ha aggiunto di aver visto persino un passeggino volare in aria.

Strage a Trier: attentato terroristico?

A confermare il drammatico avvenimento è stato il sindaco della cittadina Wolfram Leibe, il quale ha definito l’accaduto una carneficina. Secondo le prime informazioni giunge ci sarebbero almeno due vittime (tra queste una ragazza minorenne) ed almeno 10 feriti gravi. L’autore della strage è stato immobilizzato e portato in centrale dagli agenti di polizia intervenuti sul posto dopo che l’auto si è schiantata contro un palazzo. Gli stessi agenti poco prima gli avevano intimato di fermarsi, ma l’uomo aveva continuato la sua folle corsa contro i pedoni.

Temendo che non si sia trattato di un incidente ma di un’azione volontaria, la polizia di Trier ha deciso di isolare tutta la zona del centro storico, solitamente in questo periodo dell’anno adibita al mercatino natalizio. Per paura che si possa trattare di un attentato di matrice terroristica, inoltre, sono state chiuse tutte le scuole ed è stata allertata la cittadinanza di rimanere in casa o comunque evitare il centro storico finché le investigazioni non saranno concluse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here