Bimba uccisa da “trauma violento”, pesava meno di 6 kg al momento della morte: arrestati i genitori

0
1762
bimba morta in Tennessee

Una piccola di 19 mesi era stata da poco ridata ai genitori, dopo essere stata in affidamento al Dipartimento dei servizi per l’infanzia del Tennessee per più di un anno ed è morta – con ogni probabilità uccisa dai genitori, adesso accusati di omicidio di primo grado e abusi su minori.

I risultati dell’autopsia sono drammatici: la bambina è stata uccisa da “un trauma violento alla testa” (come riportato dal Mirror) quando pesava solo 12 libbre (meno di 5 kg e mezzo – secondo l’OMS un bambino di 19 mesi dovrebbe pesare il doppio).

Era stata nuovamente affidata ai propri genitori (Sapora D. Walton, 20 anni, e Jeremiah T. Crater, 22 anni, arrestati mercoledì) ad ottobre e, secondo fonti della polizia, si trovava in condizioni di “buona salute” al momento del ritorno a casa (che si rivelerà fatale).

Buona salute non evidente nel corpo senza vita della piccola: al momento della morte, il cadavere della bimba rivelava le costole e la colonna vertebrale e le guance erano scavate in maniera impressionante.

A stabilirlo, l’autopsia che ha evidenziato inoltre come la vittima soffrisse di malnutrizione “grave”.

Il capitano della polizia della città di Johnson, dov’è avvenuto questa drammatica vicenda, ha dichiarato: “Gli investigatori hanno riscontrato diverse ferite intorno alla testa della vittima, che era anche gravemente sottopeso. Sia Walton che Crater sono stati interrogati e hanno dichiarato che non c’erano problemi noti con la bambina e che non riuscivano a spiegarsi le ferite”.

Ulteriori indagini stabiliranno quanto è realmente accaduto.

Drammatico anche quanto emerge dai documenti del tribunale che, descrivendo la piccola, riportano: “Sembrava emaciata. Le sue costole e la colonna vertebrale erano chiaramente visibili e le sue guance erano incavate. Inoltre, c’erano segni di un trauma in diversi punti sopra e intorno alla sua testa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here