Lutto nel mondo della politica: muore a 62 anni ex senatrice PD

0
348
Emilia De Biasi

E’ morta all’età di 62 anni, l’ex senatrice del Partito Democratico, Emilia De Biasi. Originaria della Puglia, San Severo di Foggia per l’esattezza ma milanese di adozione, l’ex senatrice era stata eletta nel 1997 consigliere comunale Pds, proprio nel capoluogo lombardo.

De Biasi è stata tra le donne più votate nella città di Milano, ottenendo il maggior numero di preferenze nella regione lombarda. Deputata del Partito Democratico dal 2006 al 2013, Emilia De Biasi era stata nominata Presidente della Commissione e Igiene Sanità, nonché eletta al Senato nell’anno 2013.

Grazie al suo impegno, le erano stati conferiti dalla fondazione “Gimbe” alcuni riconoscimenti. Tra questi: “Salviamo il nostro Ssn”, merito attraverso il quale, venivano premiati istituzioni e personalità che proprio nella salvaguardia della sanità pubblica si erano distinte.

Il ricordo dell’ex senatrice nella parole di Emanuele Fiano e Silvia Roggiani

Proprio a favore di questa sua diligenza, Emanuele Fiano, ha voluto così ricordarla: “Ci mancherà Emilia De Biasi, mancata questa notte così giovane, ci mancherà il suo impegno civile, la sua passione politica. Siamo stati insieme consiglieri comunali e poi deputati, poi lei stimatissima presidente della commissione Sanità del Senato. Ti sia lieve la terra dove riposerai Emilia, non è giusto che te ne sia andata così giovane, un abbraccio a tutti i tuoi cari”. Queste le parole usate dal deputato del Partito Democratico, nonché responsabile della politica estera del PD in segreteria nazionale, espresse attraverso il sul suo social di Facebook.

Insieme a Fiano, anche Silvia Roggiani, Segretaria provinciale della Federazione metropolitana PD di Milano, ricorda l’ex senatrice: “Oggi perdiamo una combattente che mi e ci ha guidato in tante battaglie, soprattutto per le donne, sempre in prima linea per la difesa della nostra libertà in ogni ambito della vita. Emilia per me era un’amica che con la sua esperienza e il suo affetto, a volte un po’ burbero, più volte mi ha indicato la strada, spronato ad andare avanti, aperto nuovi punti di vista“.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here