2020 Game, il videogioco per rivivere in chiave ironica l’anno appena trascorso

0
71

2020 Game è un videogioco indie che ci permette di rivivere gli eventi principali dell’anno appena concluso con un pizzico d’ironia.

Per superare i periodo bui è necessario saper sdrammatizzare anche gli eventi più dolorosi e tragici della nostra vita. Si tratta di un meccanismo di difesa che ci permette di andare avanti e guardare con speranza al prossimo futuro. Proprio questo è l’intento con il quale Max Garkavyy, programmatore americano, si è dedicato negli ultimi 6 mesi alla creazione ed al perfezionamento di 2020 Game.

Lo sviluppatore ha pensato che creare un videogame in cui poter ripercorrere ciò che ci è accaduto nel 2020 fosse un modo divertente ed ironico per archiviare il periodo più nefasto della storia recente. Nel gioco Max inserisce l’arrivo del Covid, la prima e la seconda ondata con tanto di quarantena, ma anche le alluvioni, la lotta per i diritti degli afroamericani e persino le elezioni presidenziali. Insomma tutti gli eventi che hanno contribuito a rendere unico l’anno appena passato e che ci fanno sperare che quello in cui siamo entrati possa essere decisamente migliore.

2020 Game, il videogioco per ironizzare sul funesto anno appena trascorso

Trattandosi di una produzione indipendente (dunque senza finanziatori) e di un gioco sviluppato da una singola persona, non attendetevi di trovare un gameplay complesso o una longevità di ore. D’altronde l’intento non è quello di offrire un semplice videogioco, ma un’esperienza ludica con la quale rivivere in chiave ironica tutti gli eventi complessi che hanno caratterizzato l’anno precedente.

Il gioco è un platform 2D con grafica in pixel art. I quadri che ci troveremo ad affrontare sono ben strutturati e accompagnati da musiche che si adattano bene ad ogni contesto. Il tutto si completa in una decina di minuti e la parte più divertente è quella in cui viene simulata la quarantena e le videochat diventano strumento per scappare al virus sotto forma di nuvole. Persino il finale riserva un’augurio per il 2021 in chiave ironica, ma per sapere di cosa si tratta vi lasciamo la libertà di scoprirlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here