Cos’è Reddit e come funziona il social che ha sconvolto le borse di Wall Street

0
979
cos'è reddit e come funziona

Facciamo chiarezza sulla piattaforma social Reddit e sul suo funzionamento, troppo spesso ancora frainteso dai media tradizionali

Definita come la “front-page di internet”, Reddit è un social network, o meglio, un social news aggregator, che in virtù delle ultime vicende finanziarie inerenti l’acquisto dei titoli di GameStop si sta facendo conoscere maggiormente anche dal grande pubblico italiano. Alcuni utenti della piattaforma sono stati infatti protagonisti di un’operazione che potremmo definire social-finanziaria che ha scombussolato gli andamenti di Wall Street attirando attenzione da tutto il mondo. Per un approfondimento sulla vicenda vi rimandiamo a questo articolo –> GameStop da record grazie a Reddit, i broker bloccano l’azione: insorgono utenti e politica e in questo, invece, proviamo a spiegare in poche parole in cosa consiste questa piattaforma, e perché i media tradizionali non hanno gli strumenti per poterla comprendere e analizzare fino in fondo, una difficoltà che si manifesta anche nel rapporto con il resto di quello che vengono definiti nella letteratura “New Media”. 

Cos’è Reddit, la piattaforma dell’operazione social-finanziaria di Game Stop

Partiamo, innanzitutto, dall’auto definizione che la stessa piattaforma si è data: “La fonte di quanto c’è di più nuovo e popolare sul web”, conosciuta oramai da tutti gli utenti (e non) come la “Front page di internet”. In sostanza, Reddit più che un social network vero e proprio è un sito gratuito di social news, che riporta in tempo reale informazioni sui trend del momento. Una definizione di questo tipo, però, non rende l’idea dell’effettiva portata di questa piattaforma, e spiegare il suo funzionamento può essere indubbiamente più funzionale a comprendere il suo enorme successo in tutto il mondo.

Come funziona Reddit: realtà vs visione dei media tradizionali 

Reddit nasce nel 2005, e già da subito si iniziò a comprendere che questo sito non poteva essere raffrontato con gli altri social network presenti sul mercato. Innanzitutto, a tale piattaforma non ci si iscrive quasi mai con il proprio nome, ma tutti gli utenti hanno un nickname e prendono tutti il nome di redditor. Una volta effettuata l’iscrizione, l’utente (rappresentato da un icona a forma di alieno arancione) dovrà decidere quali subreddit seguire. Ma cosa sono i subreddit? Essi sono delle singole pagine ciascuna dedicata a qualsiasi tipo di tematica possa interessare gli utenti (si passa dalle discussioni sui massimi sistemi filosofico/politici fino agli hobby più semplici). In sostanza, dunque, si tratta di una piattaforma autogestita: gli amministratori di Reddit, infatti, intervengono a dir poco raramente nelle discussioni sui vari topic, a meno che non accada qualcosa di particolarmente grave.

Un altro elemento di Reddit da menzionare è quello delle votazioni: ciascun post potrà ricevere, infatti, oltre che ai commenti, voti positivi (upvotes) o negativi (downvotes). L’insieme dei voti raccolti da ciascun utente (o redditor) andranno a costituire il suo “karma”, ossia una media del livello di gradimento che i contenuti postati hanno ricevuto. Sulla homepage compariranno i contenuti che hanno ricevuto più voti.

Come i media tradizionali vedono Reddit

media tradizionali su reddit

Proprio su Reddit abbiamo trovato un contenuto riguardante un servizio della CNBC che spiega come funziona, dal loro punto di vista, la piattaforma:

  • I post con più Upvotes (quindi voti positivi) hanno un’evidenza maggiore
  • I post con più voti positivi finiscono nel subreddit r/popular
  • La categoria riguardante Wall Street ha raggiunto molte homepage

In sostanza, considerazioni che, agli occhi di chi la piattaforma la vive, sono del tutto ovvie e non dicono, effettivamente, nulla di ciò che la piattaforma sia o di come essa funzioni. Nel post sul servizio della CNBC, gli utenti hanno ironizzato sulla scarsa conoscenza dei media tradizionali rispetto a quelli nuovi. Effettivamente, però, al di là dell’ilarità, andrebbe fatto un ragionamento approfondito, e comprendere come il gap generazionale/culturale fra i nativi digitali e i non, sia ancora molto forte, e tocchi moltissimi altri aspetti della vita societaria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here