Riccardo Romiti, chi è il 18enne campione del mondo di Starcraft 2 che ha interrotto il domino coreano

0
424

Riccardo Romiti, in arte Reynor, si è aggiudicato il titolo di campione del mondo di Starcraft2, interrompendo il dominio coreano.

Tra tutti i videogiochi competitivi che in questi anni hanno spopolato e contribuito a far crescere il mondo dell’e-sport, Starcraft 2 è probabilmente quello più complesso e sicuramente quello con più alto lignaggio. Lo strategico in tempo reale realizzato dalla Blizzard, infatti, è un videogioco che ha fatto la storia e che è diventato di culto sin a partire dalla release del primo capitolo. Il primo Starcraft è uscito nel 1998 ed è da considerare un antenato dei multiplayer competitivi.

Il successo ottenuto dal titolo è stato tale da fare desiderare alla sempre più nutrita community, un secondo capitolo. Prima di essere accontentati, i videogiocatori hanno dovuto attendere il 2010, ovvero 12 anni. Starcraft 2 da 11 anni può contare su una community nutrita di videogiocatori, i quali si sfidano quotidianamente al fine di diventare talmente forti da poter competere in un torneo ufficiale. Il nostro Riccardo Romiti, conosciuto nell’ambiente con il nickname di Reynor, ha scalato presto i vertici delle classifiche italiane e mondiali, arrivando nel 2020 a contendersi il titolo contro il coreano Dark a soli 17 anni.

Riccardo Romiti, la rivincita su Dark ed il titolo mondiale

Lo scorso anno Reynor ha subito una sconfitta cocente, perdendo la finale con un netto 4-1. La sconfitta, però, non lo ha fatto demoralizzare, anzi lo ha convinto a migliorarsi e limare i difetti per presentarsi quest’anno senza punti deboli. Dopo aver sconfitto Stats, Dark e Maru ed aver superato ogni turno dei playoff, Riccardo si è scontrato in finale contro Zest, vincendo con un netto 4-2.

Si tratta di una vittoria storica, non solo perché interrompe per la seconda volta il dominio coreano (solo nel 2018 ha vinto un giocatore di altra nazionalità, il finlandese Joona Serral), ma perché è la prima volta che un nostro portabandiera si aggiudica questo titolo. A soli 18 anni, Reynor dunque è già al vertice della specialità e il prossimo anno tornerà al campionato del mondo organizzato dalla Intel Extreme Masters per difendere il titolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here